Silvio Orlando, età, carriera, film, moglie, figli: chi è

L'artista sta per tornare al cinema con il film "Il bambino nascosto", dove interpreta il professore di musica Gabriele Santoro

Silvio Orlando
newsby Ilaria Macchi17 Ottobre 2022


Definire Silvio Orlando come uno degli attori più versatili del cinema italiano non è certamente esagerato. L’artista, infatti, ha saputo spaziare tra personaggi differenti tra loro, da quelli più comici ad altri più drammatici, come il celebre Cardinale Voiello a cui ha dato vita in “The Young Pope“, celebre serie Sky. E con una carriera importante come la sua non potevano certamente mancare i riconoscimenti. Tra questi spicca la Coppa Volpi, conquistata alla 65esima edizione della Mostra del Cinema di Venezia per la migliore interpretazione maschile e il Premio Pasinetti al miglior attore per “Il papà di Giovanna“.

Nel suo curriculum ci sono anche 2 David di Donatello, 2 Nastri d’argento, un Globo d’oro e 2 Ciak d’oro.

Chi è Silvio Orlando: storia di un’artista versatile

Silvio Orlando è nato a Napoli il 30 giugno 1957 e si è trovato ad affrontare sin da bambino uno dei dolori più grandi, la perdita della mamma, avvenuta quando aveva solo nove anni. Sin da ragazzo ha mostrato di avere le idee chiare sul suo futuro: voleva diventare attore e ha fatto il possibile per trasformare il suo sogno in realtà. L’esordio arriva nei teatri della sua città, ma ben presto sono diversi i registi importanti che si accorgono del suo talento e che vogliono lavorare con lui. Basti fare i nomi di Gabriele Salvatores, Nanni Moretti, Michele Placido, Dario Lucchetti, Carlo Mazzacurati e Pupi Avati.

Il suo primo lavoro importante al cinema è datato 1988, anno in cui recita in “Kamikazen – Ultima notte a Milano” di Salvatores. A questo seguono l’anno successivo “Palombella Rossa” di Nanni Moretti e “Il Portaborse” di Lucchetti. Tra i suoi lavori più azzeccati ci sono anche “Un’altra vita” (1992) di Mazzacurati, “La scuola” ancora di Lucchetti e “Ferie d’agosto” diretto da Paolo Virzì.

Impossibile poi non ricordarlo in “Nirvana” di Salvatores e “Aprile” di Moretti, che gli permette di conquistare il premio David di Donatello per il miglior attore non protagonista nel 1998. Il suo curriculum è davvero ricchissimo e comprende anche ” La stanza del figlio” (2000), “Luce dei miei occhi ” (2001), “Il Caimano” (2006) e “Caos Calmo”. A dstanza di tempo lui continua a essere comunque legatissimo a Pupi Avati, che lo ha fortemente voluto in “Il papà di Giovanna” (2008), grazie a cui vince la Coppa Volpi alla Mostra del cinema di Venezia.

Più recentemente il pubblico ha avuto modo di ammirarlo nelle serie “The Young Pope” e “The New Pope”, al fianco di Jude Law.

Slvio Orlando: moglie e figli

L’attore si è sposato il 6 ottobre 2008 con la collega Maria Laura Rondanini, che era la sua compagna da otto anni. I due non hanno mai avuto figli, ma recentemente lui ha ammesso di non disdegnare l’idea di diventare papà. “Tante volte ho pensato a come avrebbe potuto essere un mio figlio immaginario, quello che non ho mai avuto” ha detto in un’ntervista al ‘Corriere della Sera’.

L’artista napoletano ama parlare della moglie con la sua consueta ironia: “Ci sono donne che prendono bene la luce e donne che non ne hanno. Mia moglie, invece, emana luce propria. Lei ha una personalità forte, ma è eccessiva in tutto. O bianco o nero, poi dopo trenta secondi si rimangia tutto” ha concluso.


Tag: Silvio Orlando