Sanremo 2022, incanta Elisa: vinse nel 2001, dove sono le star di allora?

'Luce (tramonti a nord est)' dominò il Festival 2001. Ora a Sanremo comanda ancora Elisa, ma che fine ha fatto chi all'epoca salì con lei sull'Ariston?

Elisa a Sanremo (2001 e 2022)
Elisa a Sanremo (2001 e 2022) (foto: screenshot Rai1)
newsby Marco Enzo Venturini3 Febbraio 2022


C’è Elisa in testa alla classifica generale dopo la seconda serata di Sanremo 2022. E sicuramente questo non sorprende, trattandosi di un’artista di fama internazionale, capace in questi primi due giorni di Festival di mettere d’accordo critica e pubblico. E tanto lontani sembrano quei giorni del 2001 in cui incantò l’Ariston aggiudicandosi la kermesse. Ma cosa è cambiato da allora?

Chi era Elisa fino a Sanremo 2001

Elisa Toffoli, triestina classe 1977, a Sanremo 2001 aveva appena 23 anni. Eppure era già una voce emergente in grandissima ascesa e con una notorietà in grande espansione da diversi anni. Scoperta dal florido vivaio di Caterina Caselli, non ancora ventenne pubblicò ‘Pipes & Flowers‘, album che le fece vincere la Targa Tenco. Conteneva le deliziose canzoni ‘Sleeping in Your Hand‘ e ‘Labyrinth‘, in inglese come il resto dell’LP. Ma fu proprio all’Ariston che la sua fama si consolidò e divenne inarrestabile.

La sua ‘Luce (tramonti a nord est)‘ non solo è una canzone rimasta tutt’oggi nell’immaginario del Paese. Non solo fu la sua primissima canzone con i testi in italiano. Ma a Sanremo 2001 fece letteralmente incetta di premi. Permise infatti a Elisa di aggiudicarsi Festival, premio della critica e il neonato riconoscimento di “miglior interprete del Festival“. Che Gino Paoli, quell’anno presidente della giuria di qualità, introdusse appositamente per lei. E gli altri?

Il Festival nel 2001, a parte Elisa

Il Festival di Sanremo, Elisa a parte, è un’edizione profondamente figlia di quegli anni. Basti vedere chi si aggiudicò la vittoria tra le Nuove proposte. Furono infatti i Gazosa con ‘Stai con me (Forever)‘. Si trattava infatti di una baby band nel vero senso della parola (i quattro componenti avevano in media 14 anni quando debuttarono). Apparsi nel Disney Club, fu ancora una volta Caterina Caselli a scommettere su di loro. Dopo l’inarrestabile successo di ‘www.mipiacitu (tormentone onnipresente in quella stessa estate), si sciolsero già nel 2003. La frontgirl e cantante Jessica Morlacchi è recentemente tornata in tv per raccontare la sua vita da allora.

Ma c’è un altro filo conduttore di quel Festival (oltre a Caterina Caselli, produttrice sia di Elisa che dei Gazosa). La già citata ‘www.mipiacitu‘ fu infatti colonna sonora di un indimenticabile spot della Omnitel (oggi Vodafone), la cui protagonista femminile era Megan Gale. E proprio l’allora onnipresente modella australiana fu co-conduttrice di Sanremo 2001 con Massimo Ceccherini ed Enrico Papi. Ritiratasi a vita privata, oggi l’ex attrice (indimenticabile un suo siparietto con Nino D’Angelo in ‘Vacanze di Natale 2000‘) è tornata in patria. Qui gestisce una residenza per le vacanze e vive con il compagno Shaun Hampson e i loro due figli. Enrico Papi continua a lavorare in tv, mentre Ceccherini è inattivo dai tempi di ‘Pinocchio‘ di Matteo Garrone (2019).

Sanremo 2001: stelle consolidate e talenti incompresi

A premiare Elisa a Sanremo 2001 fu invece la compianta Raffaella Carrà, conduttrice e mattatrice di quella edizione del Festival. Sul podio, in seconda e terza posizione, rispettivamente Giorgia con ‘Di sole e d’azzurro‘ e i Matia Bazar con ‘Questa nostra grande storia d’amore‘. La loro carriera nella grande musica continua, anche se in questi 21 anni i Matia Bazar hanno cambiato ben quattro componenti su cinque. Da sottolineare l’ultimo posto in classifica: fu infatti occupato da una band esordiente, i Bluvertigo. Si tratta ovviamente del gruppo New Wave capitanato da Morgan, che non convinse con la sua ‘L’assenzio (The Power of Nothing)‘.

Sanremo 2001, dove Elisa era esordiente, fu anche il primo Festival a vedere tra i big Alex Britti (che nel 1999 era tra i Giovani). E proprio tra i Giovani si affacciò un ex membro dei Timoria, pronto a esplodere come solista: Francesco Renga. La sua ‘Raccontami…‘ resta una delle canzoni più famose di quel Festival. E gli ospiti? Furono assolutamente in tema con le mode di inizio millennio. Sull’Ariston si alternarono infatti Moby e i Placebo, Ronan Keating e Ricky Martin, i Westlife e Anastacia. Fino a Enya e la stella assoluta della musica di quei tempi: Eminem.

Sanremo tra 2001 e 2022: non solo Elisa…

Tra gli attori, poi, sul palco dell’Ariston raggiunsero Raffaella Carrà i lanciatissimi Antonio Banderas e Russel Crowe, al picco della sua carriera un anno dopo ‘Il Gladiatore‘. E oltre a Mike Bongiorno, si fece vedere anche Fiorello. Perché, va bene Elisa, ma c’è anche qualcos’altro che in ventuno anni non può cambiare a Sanremo…


Tag: ElisaFestival di SanremoGazosaRosario FiorelloSanremo 2022