Pierdavide Carone, Lucio Dalla, età, carriera Amici: chi è il cantante

Il giovane cantautore ha ottenuto la popolarità nel 2009 grazie alla partecipazione ad "Amici"

Pierdavide Carone
Pierdavide Carone - Immagine: Rai
newsby Ilaria Macchi1 Marzo 2022


I fedelissimi di “Amici di Maria De Filippi ricordano certamente Pierdavide Carone, giovane cantautore che ha partecipato alla decima edizione del talent show nel 2009. Pur non essendo riuscito ad arrivare alla vittoria, il ragazzo si era fatto notare per la profondità dei suoi testi e si è così aggiudicato il Premio della Critica, oltre al terzo posto finale.

Tra gli artisti che lo avevano apprezzato maggiormente c’era Lucio Dalla, con cui aveva partecipato al Festival di Sanremo nel 2012, poche settimane prima della sua scomparsa.

Pierdavide Carone: “Amici” è stato la svolta

Pierdavide Carone è nato a Roma il 30 giugno 1988. Ad “Amici” ha avuto la possibilità di mettere in mostra tutto il suo talento nella scrittura. Tra i suoi brani più amati c’è certamente “La ballata dell’ospedale”, apprezzata per il ritmo e la sua orecchiabilità. All’interno della scuola tra le persone che avevano sin da subito notato le sue doti c’è stata certamente l’insegnante Grazia Di Michele.

Una volta conclusa l’esperienza nel talent show, il ragazzo ha continuato a lavorare anche in veste di autore. E’ lui, infatti, ad avere scritto “Per tutte le volte che…“, brano con cui il collega Valerio Scanu ha vinto il Festival di Sanremo nel 2010. E’ in quel periodo che è uscito anche il suo primo album, “Una canzone pop”, grazie a cui si guadagna il primo posto nella classifica FIMI.

Davvero speciale era il legame che era riuscito a instaurare con Lucio Dalla, con cui ha gareggiato all’Ariston nel 2012. con “Nani”.

Ma Pierdavide Carone oggi cosa fa? L’ultimo suo singolo è di poco più di un anno fa, “Forza e coraggio”. La canzone voleva essere un inno alla ripartenza in uno dei periodi più difficili vissuti dal nostro Paese. Qualche anno fa il ragazzo ha rivelato di avere avuto un tumore, che ora ha fortunatamente superato. “Ho avuto il cancro. Mi hanno operato e ho fatto la chemio – aveva raccontato in un’intervista -. Una mattina mi son reso conto che c’era qualcosa di strano nel mio corpo. Ho scoperto che si trattava di un tumore. Due giorni prima di subire l’intervento ho scoperto di avere un problema congenito per il quale avrò difficoltà ad avere figli. Questo mi ha fatto vacillare”.

Il legame speciale con Lucio Dalla

“Lui si prendeva anche cura di me anche oltre il lato artistico. Io in quel periodo vivevo a Roma, ma dovendo lavorare quotidianamente con lui, sul disco, mi ero trasferito da mia madre che viveva in provincia di Reggio Emilia, quindi non troppo distante. Per quanto meno distante di Roma, però, era comunque a una sessantina di chilometri e noi finivamo sempre molto tardi. Mi resi conto che lui soffriva di questa cosa, del fatto che dovessi tornare a casa nel cuore della notte. Un giorno era veramente tardi, erano le 4 del mattino e lui disse “No Caron – mi chiamava così – non puoi proprio andartene. Io ho una casa gigante, dormi qua”. Dormii da lui, ma non avevo niente. Quindi mi diede un pigiama che, pur non essendo io molto alto, mi andava piccolo, mi stava tipo bermuda. Mi fece entrare in questa stanza, la stanza del re, con questo letto a baldacchino, molto bello. Dopo la buonanotte, se ne andò. Poi dopo cinque minuti è tornato e mi fa: “Lo sai Caron che non entravo in questa stanza da tre quattro anni? Vabbè, buonanotte”.

Davvero indelebile è il ricordo di quel Sanremo a cui hanno partecipato insieme: “Lui un po’ per pigrizia ma soprattutto per enorme signorilità, eleganza e altruismo mi lasciava tutto lo spazio che mi poteva lasciare. Venne a Sanremo e non salì sul palco con me. Era a dirigere l’orchestra, mi faceva i cori, lui così grande si faceva piccolo per non schiacciarmi, se avesse voluto ne sarebbe stato in grado. In più durante il giorno, lasciava me fare tutte le interviste. Un po’ perché amava andare a Montecarlo a prendere il gelato, un po’ perché voleva che fossi io il protagonista di quella vicenda. Il ricordo che ho è della sua presenza assenza e del fatto che era scaramantico. Così ogni volta che finivamo un’esibizione e tornavamo in albergo per cena faceva mettere in moto la macchina dal suo personal perché diceva che tanto ci avrebbero buttato fuori, sarebbe finita, invece siamo arrivati quasi alla fine”.

La sua vita privata

Nel corso della sua esperienza ad “Amici” Pierdavide ha avuto una relazione con la ballerina Grazia Striano, con cui si sono lasciati qualche tempo dopo. Al momento sembra sia single.


Tag: Amici di Maria De FilippiPierdavide Carone