Paolo Calabresi, età, carriera, moglie, figli: chi è l’attore

La carriera di Paolo Calabresi è iniziata quasi per caso, nel momento in cui si è finto sosia di NIcholas Cage: da allora è arrivato in Tv e ha avuto successo sia come Iena sia come attore

Paolo Calabresi Rai
Foto | Rai
newsby Ilaria Macchi21 Marzo 2022


Un passato da Iena, a conferma di come la verve comica non gli manchila verve comica e il sarcasmo, ma un presente soprattutto da attore, anche in ruoli drammatici, che sa interpretare con la dovuta intensità. Questo è Paolo Calabresi, che da poco si è trasformato anche in scrittore, a conferma di come ami mettersi alla prova anche in vesti per lui totalmente inedite. Da poco è infatti uscito il suo primo libro, “Tutti gli uomini che non sono”, in cui racconta alcuni dei momenti più esilaranti della sua vita privata e della sua carriera, iniziata quasi per gioco.

La svolta per lui è arrivata infatti quasi per caso, nel momento in cui ha deciso di sfruttare la sua somiglianza a Nicholas Cage per cercare di ottenere un vantaggio. E l’esperimento è pienamente riuscito.

Chi è Paolo Calabresi: età e carriera

L’attore è nato a Roma il 17 febbraio del 1964 e ha avuto da sempre una grande passione per la recitazione. Questa l’ha portato a diplomarsi ala Scuola di Teatro diretta da Giorgio Strehler, che gli ha aperto le porte del teatro. È qui che ha avuto la possibilità di interpretare, tra gli altri, Euripide, Pirandello, Shakespeare e Moliere. In Tv è invece approdato nel 1995, anno in cui è entrato nel cast del film “Moses”.

La svolta è però arrivata nel 2000, periodo in cui aveva da poco subito tre lutti che lo hanno particolarmente segnato, non solo il suo “mentore” Strehler, ma anche i genitori.

Paolo Calabresi Rai
Foto | Rai

L’ingegno non gli è mai mancato e ha così provato a sfruttarlo a suo favore: lui desiderava vedere la sua Roma a San Siro, ma non aveva i biglietti. Per Paolo Calabresi Nicholas Cage ha rappresentato la svolta. Perché non presentarsi allo stadio sottolineando di essere l’attore americano a cui somigliava in maniera evidente? Detto, fatto. L’esperimento non è solo riuscito, ma è stato ripreso anche dalla stampa, che non aveva capito quale fosse la verità.

Da lì i trasferimenti sono diventati il suo must, anche se per uno di questi ha corso il rischio di finire nei guai. La sua idea era quella di fare uno scherzo a Mediaset e di fingersi Marylin Manson. È stato lui stesso nel suo libro a raccontare come sia andata in quell’occasione nel suo libro: “Mi fecero firmare una lettera in cui mi impegnavo a comprare spazi pubblicitari da Publitalia. Dopo che si scoprì il trucco volevano farmi causa. Mi avrebbero spennato. Mi salvai perché si accontentarono dei filmati”.

È proprio questa sua capacità che gli permette di diventare uno dei componenti de “Le Iene” nel 2008, trasmissione in cui ha avuto modo di mettersi alla prova anche come conduttore.

I successi non sono comunque mancati anche in veste di attore. Nel suo curriculum ci sono serie Tv di successo come “RIS – Delitti Imperfetti”, “Distretto di polizia”, “La squadra”, “L’ispettore Coliandro” e film come “Don Bosco”, “Padre Pio” e Smetto quando voglio”.

La sua vita privata

L’attore è sposato dal 1994 con Fiamma Conforti, da cui ha avuto quattro figli: Arturo (calciatore professionista), Anna, Agostino e Aurora. Il primogenito ha avuto modo anche di avere un piccolo ruolo in “Boris, al fianco del papà.

Paolo Calabresi Rai Tv
Foto | Rai

Il rapporto con la consorte è stato spesso burrascoso, ma comunque è sempre rimasto fortissimo: “Fiamma è sempre stata al mio fianco. E non è stato facile perché ero un uomo a pezzi che con i travestimenti aveva perso completamente il controllo. Non pensavo ad altro e per i trucchi, gli spostamenti e i complici spendevo quasi tutti i soldi della gestione familiare. Nessuno mi pagava. Meno male che mia moglie, all’epoca pubblicitaria e oggi agente, lavorava”.