Michele, chi è il cantante: età, carriera, canzoni, vita privata, oggi

Il cantante Michele è diventato celebre negli anni '60 per il brano "Se mi vuoi lasciare", con cui ha vinto il Cantagiro

Michele
Foto | Rai
newsby Ilaria Macchi10 Maggio 2022


“Se mi vuoi lasciare” è certamente una delle canzoni che abbiamo la possibilità di ascoltare ancora oggi, nonostante siano trascorsi più di cinquant’anni dalla sua uscita e apprezzata anche dai più giovani. A renderla un successo ci ha pensato il cantante Michele, i cui brani sono ancora oggi in voga nelle sale da ballo.

Tra gli artisti a cui è maggiormente legato e con cui ha avuto modo di collaborare ci sono Fabrizio De Andrè e Gino Paoli.

Michele: età e carriera del cantante

Gianfranco Michele Maisano (questo il nome completo di Michele) è nato a Vigevano, in provincia di Pavia, il 29 giugno 1944. Gran parte dell’infanzia l’ha però trascorsa a Genova, dove si era trasferito con la famiglia e dove si è diplomato all’Istituto Tecnico dei Trasporti e Logistica Nautico San Giorgio. Già prima, però, la passione per la musica aveva iniziato a emergere in maniera evidente e lo aveva portato a soli 14 anni a incidere il suo primo disco. Qui erano inseriti due brani rock ‘n’roll, “Sono dannato” e “Flirt!”.

Pur essendo ancora giovanissimo, tra i primi a credere in lui c’è stato il maestro Gian Piero Reverberi, grazie a cui ha pubblicato il brano “Ma se tu vorrai”. Il riscontro del pubblico non è stato dei migliori, ma questo è bastato per poter firmare il suo primo contratto discografico con “RCA Italiana”.

La svolta vera e propria è arrivata però nel 1963, anno in cui ha deciso di gareggiare al Cantagiro con “Se mi vuoi lasciare”, che gli permette di ottenere la vittoria. A questo seguono altre sue hit diventate celebri come “Ridi”, “Ti ringrazio perché”, “Ti senti sola stasera” e la cover del successo di Elvis Priestley “Are you lonesome tonight”.

Non è tardata ad arrivare l’opportunità per ottenere fama anche all’estero grazie a “Dite a Laura che l’amo”, versione italiana di “Tell Laura I love her”. Sono diversi i colleghi che si sono avvalsi della sua collaborazione anche in veste di autore, come Sergio Endrigo, Fabrizio De Andrè, Roberto Vecchioni, Bruno Lauzi ed Enzo Jannacci.

Michele oggi ha lo stesso spirito di sempre e non smette di lavorare: “Parteciperò presto al programma ‘Lei non sa chi sono io’ – ha detto in un’intervista a ‘Ilgiornaleditalia.it’ -. Covid permettendo, ho in programma un progetto teatrale con brani inediti cantautorali eseguiti in maniera blue grass country rock. Non finisce però qui perché la favola non ha fine. Per me è appena iniziata”.


Tag: Michele