La Vita in diretta, un gruppo di redattrici difende Matano

Prima di lasciare il programma Lorella Cuccarini ha scritto una lettera in cui ha definito il collega “maschilista e con un ego smisurato”, ma non tutti sembrano essere d’accordo

La Vita in diretta, Cuccarini-Matano @social
La Vita in diretta, Cuccarini-Matano @social
newsby Ilaria Macchi27 Giugno 2020


Non è stata certamente una conclusione all’insegna della serenità quella che ha caratterizzato questa edizione de “La Vita in diretta“, condotta dalla coppia Alberto Matano-Lorella Cuccarini. Ormai da qualche tempo le voci su presunti dissidi tra i due si erano fatte più insistenti, ma mentre la showgirl non aveva mai preso parola sul tema, lui più volte si era sperticato in complimenti nei suoi confronti nel corso delle varie puntate.

Proprio poco prima che andasse in onda l’ultimo appuntamento, “la più amata dagli italiani” ha deciso di scrivere una lettera rivolta al suo gruppo di lavoro in cui ha ringraziato tutti per il supporto ricevuto. La conduttrice, pur senza nominarlo mai esplicitamente, ha però duramente criticato un “collegata maschilista e dall’ego smisurato”. Il riferimento è all’ex volto del Tg1.

Non tutti stanno con Lorella

Nei giorni passati erano stati diversi i personaggi del mondo dello spettacolo a schierarsi a favore di Lorella ben sapendo che fossero pochissime le possibilità di una sua riconferma nella prossima stagione. In tanti hanno ipotizzato che si trattasse soprattutto di una scelta politica visto che lei non ha mai nascosto le proprie posizioni. Tra questi, il suo “maestro” Pippo Baudo, oltre a Salvo Sottile (anche lui non ci sarà a settembre a “Mi Manda Raitre”) e la leader di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni.

In occasione dell’ultima puntata la distanza tra i due conduttori è sembrata evidente a tutti. Ad alcuni anche la tensione che avvertiva Matano nel corso dei suoi interventi. Ma quello che ha sorpreso molti è la presa di posizione di alcune inviate, che hanno sottolineato come lui sia sempre stato un collega corretto con cui è piacevole lavorare. Esattamente l’opposto di quanto manifestato dalla Cuccarini.

Ma per certificare ulteriormente la loro opinione ben 15 redattrici hanno voluto rispondere alla collega con una lunga lettera in cui si dissociano apertamente.

La replica alla Cuccarini: “Smarrimento e incredulità”

Cara Lorella – si legge – dopo aver letto la tua mail, arrivata a ridosso dell’ultima puntata del programma, abbiamo provato smarrimento e incredulità per le tue parole. Abbiamo trascorso mesi durissimi e difficili in cui abbiamo lavorato insieme, con te e con Alberto, con impegno e dedizione, per gli stessi obiettivi e non ci aspettavamo una conclusione come questa. Fare finta di niente sarebbe la soluzione più semplice ma sentiamo il bisogno di dover dire la nostra, da donne“, si legge.

E per ribadire ulteriormente il loro pensiero hanno voluto sottolineare come non si siano sentite sminuite dal modo di agire dell’ex mezzobusto del Tg1. “Abbiamo lavorato per tutta la stagione invernale in questo programma e siamo sorprese e amareggiate e stentiamo ancora a credere alle accuse di maschilismo rivolte ad Alberto – continua la mail -. La nostra esperienza di lavoro con lui è stata caratterizzata da rispetto e riconoscimento professionale. Da grande giornalista, Alberto ha saputo valorizzare ognuno di noi nel proprio ruolo, con passione generosità e intelligenza, avendo sempre come obiettivo la qualità del programma. In bocca al lupo!”.

Le firme sono di Maria Graziano, Maria Teresa Di Furia, Elena Martelli, Ilenia Petracalvina, Shaila Risolo, Raffaella Longobardi, Lucia Loffredo, Lucilla Masucci, Simona Giampaoli, Sonia Petruso, Erika Tuccino, Mara Pannone, Sara Verta e Donatella Cupertino.


Tag: Alberto MatanoLorella Cuccarini