Gigliola Cinquetti, età, carriera, vita privata: chi è la cantante

La cantante ha ottenuto la vittoria al Festival di Sanremo a soli sedici anni, ma si è messa alla prova anche come giornalista, conduttrice e autrice

Gigliola Cinquetti
newsby Ilaria Macchi19 Maggio 2021


Associare il nome di Gigliola Cinquetti alla sua canzone più nota, “Non ho l’età” diventa quasi naturale, ma nel corso della sua carriera sono stati certamente tantissimi i brani che ha interpretato e che le hanno permesso di ottenere la notorietà anche al di fuori dei nostri confini. I suoi singoli sono stati pubblicati in ben otto lingue diverse, apprezzate da un pubblico variegato.

Gigliola Cinquetti: età e carriera

Gigliola Cinquetti (all’anagrafe Giliola Cinquetti) è nata a Roma il 20 dicembre 1947. La sua passione per il canto è praticamente innata e l’ha portata a salire su un palco importante come quello dell’Ariston a soli 16 anni. Nel 1964 si è presentata in gara con il brano “Non ho l’età” con cui ha trionfato. Nella città dei fiori lei è quasi di casa, al punto tale da tornarci l’anno successivo e nel 1966, con “Ho bisogno di vederti”  e con “Dio come ti amo”, interpretata in coppia con Domenico Modugno. Anche in quest’ultimo caso è arrivato il primo posto. E quest’anno Amadeus l’ha voluta come ospite al fianco di Marcella Bella e Fausto Leali.

Il suo curriculum è davvero ricchissimo e comprende 33 album, pubblicati in 120 Paesi nel mondo. L’artista può vantare inoltre un record particolare: è una delle poche cantanti italiane ad essere entrate in classifica in Gran Bretagna (le altre sono Rita PavoneIvana SpagnaSabrina SalernoRaffaella CarràAlexia, GalaMoony e Neja).

Nel 1973 è inoltre salita sul gradino più alto del podio a “Canzonissima” con “Alle porte del sole”. Nel 1985 è invece arrivato il terzo posto a Sanremo con “Chiamalo amore“.

Complessivamente sono dodici le sue partecipazioni alla kermesse canora. “Ho bisogno di vederti” (1965) – “Sera” (di Roberto Vecchioni, 1968) – “La pioggia” (un successo mondiale, 1969) – “Romantico blues” (1970) – “Rose nel buio” (1971) – “Gira l’amore (Caro Bebè)” (1972) – “Mistero” (di Claudio Mattone, 1973) – “Ciao” (1989) – “Giovane vecchio cuore” (di Giorgio Faletti, 1995).

La Cinquetti ha dimostrato di essere un’artista versatile e si è messa alla prova anche in veste di attrice e conduttrice. Tra i programmi Tv a cui ha preso parte ci sono “Jonny 7” (1964) , “Io, Gigliola” (1966), “Senza Rete” (nelle edizioni del 1969, 1972, 1974), “Arancia e limone” (1970), “Ma l’amore sì” (1970), “Vino, whisky e chewing gum” (1974), “Compagnia stabile della canzone” (1975), “L’amico della notte” (1977) e “Portobello” (1982-1983).

In veste di attrice ha recitato in “Dio, come ti amo” e “Testa di rapa” con Pupi Avati, “I cavalieri che fecero l’impresa”, “Il bivio”, “Le mie prigioni”, “Addio giovinezza e “Commesse”. E’ stata lei a realizzare le copertine dei suoi dischi (ha fatto studi artistici) “La Bohème” e “Mistero” e di due libri per bambini.

Un rapporto contrastato con “Non è l’età”

Pur avendo raggiunto la popolarità giovanissima con “Non ho l’età”, lei in un primo momento non sembrava del tutto convinta della canzone.

E’ stata lei stessa qualche tempo fa a svelarlo: “Il brano esprimeva concetti sull’amore che non condividevo. L’amore non è un fatto anagrafico. Mi escludeva da quel sentimento che io e quelli della mia età aspettavamo di incontrare. Non mi piaceva quel concetto di ‘aspetta e spera’ e non volevo che quelli della mia età mi guardassero come un fenomeno da paragone. O peggio, come un’opportunista che si fingeva virtuosa. Rmane una canzone che rievoca ricordi anche a chi non li ha vissuti, tra la leggerezza naif e il sapore agre in un’Italia del dopoguerra, che costringe le donne a un determinato ruolo all’interno della coppia, impedendo l’ora di esprimersi appieno secondo libertà anche nell’amore”-

Il grande amore con Luciano Teodori

La cantante si è sposata nel 1979 con Luciano Teodori. Le loro nozze si sono svolte in gran segreto: “Ero talmente abituata alla riservatezza, alla segretezza, che quando mi sono sposata all’inizio non l’ho detto a nessuno – ha raccontato in un’intervista -. Non ho fatto il ricevimento e neanche le fotografie perché era il modo migliore per preservare quel momento”.

L’uomo è un giornalista, passione che ha tramandato a tutta la sua famiglia. Anche la moglie, infatti, ha realizzato alcuni servizi per le reti Mediaset. Uno dei loro figli, Costantino, nato nel 1984, si è invece laureato in Giornalismo. Il ragazzo ha partecipato insieme al fratello maggiore Giovanni, nato nel 1980, a “Pechino Express”.


Tag: Gigliola Cinquetti