Gialappa’s Band: signor Carlo, tv e chat. La prima di Twitch Dire Europei

Gialappa's Band per la prima volta in streaming dopo 35 anni di commenti calcistici in radio e tv: ecco com'è andata una serata complessa, ma in crescendo

Twitch Dire Europei, Gialappa's Band
Twitch Dire Europei, Gialappa's Band
newsby Marco Enzo Venturini12 Giugno 2021


Sono iniziati gli Europei di calcio con il 3-0 che l’Italia di Roberto Mancini ha raccolto a Roma contro la Turchia, ma molta attesa oltre che per le imprese della Nazionale riguardava l’esordio da streamer della Gialappa’s Band. Com’è andata quindi la primissima puntata di Twitch dire Europei? Non senza qualche intoppo, soprattutto iniziale. Dovuto però in larga parte alla poca abitudine al mezzo di buona parte della platea. Ma andiamo con calma.

La Gialappa’s Band senza “signor Carlo”: ecco dov’era

C’era un aspetto che sin da prima del debutto aveva scatenato dubbi e fantasie dei tantissimi fan della Gialappa’s Band. Che fine ha fatto il signor Carlo? Carlo Taranto in effetti non aveva preso parte a nessuno dei video promozionali di Twitch Dire Europei, e durante la telecronaca di Turchia-Italia non è mai apparso. I commenti sul suo destino hanno invaso la chat per tutta la serata, ma la risposta a ogni quesito era arrivata a inizio diretta.

Le due ore e un quarto del primo episodio di Twitch Dire Europei si erano infatti aperte nella maniera più tradizionale per uno show della Gialappa’s Band. Ossia con un “Amici, ma soprattutto amiche“, pronunciato da un Carlo Taranto costretto però a collegarsi da casa. Il motivo è una operazione medica a cui si è dovuto sottoporre solo il giorno prima della diretta. Il suo intervento in trasmissione è durato però solo pochi minuti, scatenando il panico da parte di chi non ha fatto in tempo a vederlo.

La prima di Carlo Pellegatti e il ritardo con la tv

Tanto più che il suo posto è stato preso da un Carlo Pellegatti dall’approccio molto “giornalistico” almeno per un tempo della partita (e tartassato dalla chat) e poi decisamente più sciolto nella ripresa. La storica voce dello sport sulla Fininvest e poi su Mediaset si è prestata a scherzare con la Gialappa’s Band citando tra l’altro “storici” filmati del passato (anche suoi, come quello di un cellulare perso prima di un collegamento con il Tg4). Con il trascorrere dei minuti si è quindi prestato alla causa, generando i primi autentici tormentoni di Twitch dire Europei: il penetrometro e l’assedio degli zeloti a Masada.

L’altro tema rovente durante la diretta della Gialappa’s Band è stato la non contemporaneità con le immagini trasmesse in tv. Un problema che ha riguardato sia Rai1 che Sky Sport e Rai Play. Numerosi sono stati i suggerimenti su come sopperire al contrattempo: mettere in pausa il televisore per far combaciare video e voci. Una possibilità garantita da tanti apparecchi nuovi, ma forse complicata per qualcuno che mai si è trovato nella necessità di effettuare una simile operazione. E infatti molti sono stati i commenti in chat in cui si chiedeva a Twitch Dire Europei, molto semplicemente, di tornare in radio. Dove, evidentemente, per molti appassionati non più giovanissimi il problema appariva molto meno grave.

La Gialappa’s Band e i problematici collegamenti

Curioso anche l’impatto con il video e soprattutto la “netiquette” della piattaforma per i ragazzacci della Gialappa’s Band. Giorgio Gherarducci, in particolare, è apparso più volte agitato nell’impartire direttive ai tecnici. Muto, come sempre, ma ora perfettamente visibile per i fan collegati su Twitch Dire Europei. Importante in tal senso l’aiuto di Monica Bertini, giornalista che si è prestata al ruolo di “moderatrice” dei tantissimi commenti. La principale lamentela di Marco Santin, invece, ha riguardato i collegamenti degli ospiti. Questi sì pieni di problemi.

Onnipresente nel corso della puntata è stato infatti Ubaldo Pantani, collegato da Bologna ma costretto a vagare per strada con telefono in mano e una connessione decisamente ballerina. Il risultato è stato qualitativamente inferiore rispetto a molte altre sue prove sfornate in anni di collaborazione con la Gialappa’s Band, ma il comico e imitatore si è ampiamente rifatto con il suo personale Luciano Spalletti in finale di puntata. Con buona pace di chi, nella chat di Twitch Dire Europei, gli chiedeva telecronache di ciclismo o di “Battipagliese-Paternò” confondendolo con un altro imitatore: Gianfranco Butinar (assente). Pantani, peraltro, si è collegato svariate volte “a sua insaputa”, come in occasione della telefonata ad alcuni tifosi turchi e al giornalista della ‘Gazzetta dello Sport’ Andrea Elefante, direttamente dalla tribuna dell’Olimpico di Roma. E in cui la sua immagine si sovrapponeva a quella di chi realmente doveva andare in onda in quegli istanti.

Dissocillo e la “censura” di Twitch

Ultima ma non indifferente novità per la Gialappa’s Band è stata il necessario rispetto delle regole della nuova piattaforma. Uno scoglio su cui si sono scontrati anche molti fan, che in chat hanno lamentato la “censura” dei propri messaggi. In effetti la telecronaca del “trio” (con Carlo Pellegatti al posto del Carlo “originale”) è risultata molto più edulcorata del solito. Nel momento in cui, però, i toni di Twitch Dire Europei sono andati sopra le righe è intervenuto sistematicamente Dissocillo, pupazzo con le fattezze da koala dentro cui si nascondeva Francesco “Pacus” Costantini, storico collaboratore del trio. Chi conosce la piattaforma sa infatti che in caso di battute politicamente scorrette è necessario e talvolta indispensabile “dissociarsi” anche da se stessi, per rendere chiaro che l’intento non era offensivo ma solo satirico.

Com’è andata Twitch Dire Europei

Insomma, com’è andata la prima puntata di Twitch Dire Europei? La risposta più corretta non può che essere: “Faticosamente bene”. La Gialappa’s Band è reduce da 35 anni esatti di eventi calcistici commentati con uno schema tendenzialmente immutato, e l’impatto con una realtà completamente nuova si è visto. Anche il mancato aiuto del “signor Carlo” ha pesato, insieme a qualche problema tecnico (come dimenticare il “Signora, i limoni” partito senza motivo a metà secondo tempo?). Ma se a inizio show il tutto è somigliato a una via di mezzo tra un esperimento da perfezionare e un cantiere a cielo aperto, il tutto è migliorato sensibilmente minuto dopo minuto. Lo dimostra il fatto che il terzo gol dell’Italia è stato accompagnato da un jingle musicale, mentre durante il primo è partito lo stesso effetto sonoro usato per dare il benvenuto ai nuovi iscritti al canale.

In conclusione, Twitch Dire Europei è sicuramente il contenuto più innovativo che i tre ragazzacci che hanno cambiato il modo di vedere il calcio in Italia abbiano mai accettato di fare. E qualche impaccio si è visto, ma è ampiamente superabile. Cosa che già nel corso di Turchia-Italia è avvenuto. Quindi non resta che dire: bentornata, Gialappa’s Band. E chi cambia canale è uno zelota.


Tag: Euro 2020Gialappa's BandTwitch