Franco Fasano, età, carriera, canzoni, vita privata, oggi: chi è il cantante

Franco Fasano è un artista versatile, che ha gareggiato al Festival di Sanremo per tre volte, oltre ad avere scritto canzoni che hanno fatto la storia della musica italiana

Franco Fasano Rai
Foto | Rai
newsby Ilaria Macchi2 Maggio 2022


Il nome di Franco Fasano potrebbe con ogni probabilità dire poco ai giovani di oggi, ma non è certamente azzardato definirlo un artista che ha scritto pagine importanti di storia della musica italiana.  Nel corso della sua carriera, lunga più di quarant’anni, lui si è infatti distinto sia come cantante sia come autore, a conferma della sua versatilità.

La sua vena creativa gli ha permesso di scrivere brani amatissimi, quali “Ti lascerò”, “Mi Manchi” e “Regalami un sorriso”, oltre a sigle dei cartoni animati e che hanno gareggiato a “Lo Zecchino d’Oro”.

Chi è Franco Fasano: età e carriera

Gianfranco Tommaso Fasano (questo il nome all’anagrafe di Franco Fasano) è nato ad Albenga, in provincia di Savona, il 30 giugno 1961 ed è appassionato praticamente da sempre di musica. Questo lo ha portato a fondare a soli tredici anni la sua prima band insieme a un gruppo di amici. Enrico Simonetti, suo maestro di pianoforte intravede in lui già in quel periodo un grande talento e lo invita così a perfezionarsi studiando armonia e contrappunto.

Pur avendo raggiunto la notorietà soprattutto in veste di autore, non ha mancato di mettersi alla prova anche in veste di interprete. Nel 1981 sceglie così di gareggiare in una vetrina importante come quella del Festival di Sanremo con “Un’isola alle Hawaii”. All’Ariston è comunque stato protagonista anche negli anni successivi grazie a brani interpretati dai colleghi ma nati dalla sua vena creativa. È il caso, ad esempio, di “Una sporca poesia” di Fiordaliso, “Regalami un sorriso” di Drupi, “E mo e mo” di Peppino Di Capri.

Tra le sue soddisfazioni più importanti c’è anche la vittoria nel 1985 di “Un disco per l’estate” con “Rimini-Ougadougou”, cantata da Luca Colombo.

Davvero proficua è stata poi la collaborazione con Fausto Leali, che ha vinto il Festival nel 1987 con “Io amo”, che lui ha scritto insieme a Toto Cutugno e Italo Ianne. È su anche il testo di “Mi mancui” e “Ti lascerò” (vincitore della kermesse canora nel 1989).

Un altro anno importante nella sua carriera è il 1994, quando compone “Goccia dopo goccia”, apprezzata da piccoli e non solo a “Lo Zecchino d’Oro”. Ancora adesso lui può vantare un primato particolare: è l’unico artista  ad avere vinto il concorso per bambini per sei volte (sono sue anche “Wolfango Amedeo”, “È meglio Mario” e “Il Katalicammello”).

Il suo nome è legato anche a diverse sigle di cartoni animati che ancora oggi ci capita di canticchiare. Basti pare l’esempio di “Rossana”, “Beethoven”, “Piccoli problemi di cuore” e “Calimero Dance”.

Franco Fasano oggi continua a dedicarsi alla musica, anche se soprattutto in veste di autore. Recentemente ha voluto raccontare i momenti più esaltanti della sua esperienza artistica in un libro, dal titolo “Io amo. Dal muretto di Alassio al Festival di Sanremo. Dallo Zecchino d’Oro alle sigle dei cartoni animati. E non solo!”. Ogni capitolo ha un QR code che rimanda a una serie di immagini con cui Franco, che prosegue la passione del padre fotografo, approfondisce “i tanti momenti fondamentali della sua vita”. “La passione per la misica l’ho ereditata da mio padre – ha detto -, a cui ho dedicato questo libro, ma anche buona parte dei miei pensieri”.

La sua vita privata

Il cantautore è sposato da anni, ma non ama parlare della sua vita privata, nè pubblicare immagini sui social che coinvolgono la sua famiglia. Fasano ha due figli: Emanuele, nato nel 1994, e Delia, nata nel 1996.