Enrico Melozzi, Sanremo 2022, Maneskin, vita privata: chi è il direttore d’orchestra

Enrico Melozzi può essere certamente definito il direttore d'orchestra più rock del Festival di Sanremo, conosciuto anche come "Melux"

Enrico Melozzi
newsby Ilaria Macchi4 Marzo 2022


Quando si decide di gareggiare al Festival di Sanremo è certamente importante la canzone con cui ci decide di presentare, ma è altrettanto fondamentale la scelta del direttore d’orchestra che si vuole al proprio fianco. Poter contare su qualcuno di fiducia, infatti, permette di dare il massimo ed essere così maggiormente soddisfatti della propria performance.

Tra le figure che si sono distinte in questa veste c’è Enrico Melozzi, conosciuto anche come “Melox”. Lui può essere considerato uno dei più rock tra quelli che si sono visti all’Ariston, pur amando esibirsi anche in altre occasioni.

Enrico Melozzi Sanremo 2022
Enrico Melozzi a Sanremo 2022 – Foto: Rai

Chi è Enrico Melozzi: direttore d’orchestra a Sanremo 2022

Enrico Melozzi è nato a Teramo il 22 giugno 1977 e ha manifestato una grande passione per la musica sin da bambino. Lui può essere certamente definito un talento prodigio: già a otto anni, infatti, ha iniziato a comporre. Il tutto completamente da autodidatta. La voglia di perfezionarsi è sempre stata una sua caratteristica distintiva e l’ha portato così a studiare diversi strumenti. In un primo momento si è concentrato sul piano per poi dedicarsi al canto lirico.

Tra i suoi titoli di studio Fellow al London College of Music.

Uno degli anni che ha segnato in maniera decisiva la sua carriera è stato certamente il 2002. E’ in quel periodo che avviene il suo debutto come direttore d’orchestra all’Auditorium Parco della Musica. Tra i suoi lavori di cui è maggiormente orgoglioso c’è la composizione in musica di Oliver Twist.

Enrico Melozzi Rai Italia
Enrico Melozzi – Foto: Rai

È lui ad avere ideato il progetto 100Cellos (un ensemble composto da una centinaia di violoncellisti). Tra gli artisti che lo apprezzano maggiormente c’è Morgan, che lo ha definito il nuovo Hector Berlioz, il famoso compositore francese dell’Ottocento.

Melozzi, detto “Melux”, non può che essere orgoglioso per il risultato ottenuto all’Ariston un anno fa. E’ stato lui, infatti, ad accompagnare i Maneskin, che hanno trionfato con “Zitti e Buoni“. La sua prima apparizione al Festival risale però al 2012, anno in cui ha accompagnato Noemi con “Sono solo parole”, che ha poi seguito anche nel 2014.


Tag: Enrico Melozzi