Don Matteo, Nino Frassica si confessa su Raoul Bova dopo l’addio di Terence Hill: “Ho..”

Frassica- Bova primo piano
Frassica- Bova protagonisti Don Matteo 14- foto: Ansa Newsby
newsby Barbara Di Castro2 Gennaio 2023


Nel 2023 il cast di Don Matteo tornerà sul set per girare la quattordicesima edizione della fortunata serie, la prima senza Terence Hill che per varie ragioni ha deciso di abbandonare la fiction. Nell’ultima stagione Terence Hill ha fatto un’uscita di scena che non esclude il ritorno, ha preso parte alle prime puntate e in modo cauto ha salutato il suo vasto pubblico.

Chiamato a sostituire Don Matteo, Raoul Bova che è riuscito a conquistare i telespettatori nonostante i tanti timori della rete e della produzione. I vertici Rai temevano una calo degli ascolti e anche il fatto che dopo tanti anni i numerosi fans di Terence Hill non avrebbe preso bene il passaggio di testimone. E invece Bova è entrato in punta di piedi, ha mostrato il suo talento, ma soprattutto ha messo subito in chiaro di non voler prendere il posto di nessuno. Insomma il pubblico ha reagito bene al cambio di rotta, mentre Nino Frassica ha fatto fatica ad abituarsi all’idea di non vedere più Terence Hill sul set.

Frassica- Bova primo piano
Frassica- Bova protagonisti Don Matteo 14- foto: Ansa Newsby

Nino Frassica: “Ho fatto fatica ad abituarmi a Bova”

Don Matteo è tra le fiction di punta della Rai, ha una sua programmazione e conquista sempre punte di share rilevanti. Effettuare dei cambiamenti può determinare anche degli effetti negativi legati soprattutto all’affezione che il pubblico dimostra nei confronti di alcuni personaggi, in questo caso Don Matteo. Raoul Bova ha superato appieno la prova ed è prossimo a girare la sua seconda stagione nelle vesti di Don Massimo, personaggio intrigante che nasconde più di un segreto.

Intervistato da La Stampa Nino Frassica, presente nella fiction sin dal suo debutto, ha rivelato di aver mal tollerato l’addio di Terence Hill. L’attore ha ammesso di aver creato con Hill un rapporto sincero anche fuori dal set e girare per mesi senza di lui gli è pesato particolarmente: “Il pubblico ha assorbito bene il terremoto del cambio con Bova. Io un po’ meno: dopo tanti anni Terence Hill è diventato qualcosa di più di un semplice compagno di lavoro. Ne sentirò la mancanza”. Un affermazione che non è contraria alla presenza di Bova, persona che stima, ma che rivela l’affetto che nutre per Don Matteo.

Nino Frassica conferenza stampa
Nino Frassica conferenza stampa Don Matteo 13 fonte: Ansa- Newsby

Nino Frassica confessa: “Ci sono cose che non avrei fatto”

Nino Frassica ha anche parlato della sua lunga carriera, ricca di successi ma anche di qualche lavoro di cui non è entusiasta e che oggi non rifarebbe. Con il senno di poi, il comico ha rivelato di essersi pentito di aver partecipato ad alcuni film: “Se mi pento di quello che ho fatto? Di parecchi, a distanza di tempo”. Ha poi spiegato perchè ha detto di si consapevole che non erano dei buoni progetti: “Ma ciascuno al momento aveva un suo perché. In genere economico. Più un film era brutto e più mi facevo pagare. Per un film che so bello bello, sono disposto a lavorare gratis: sono le soddisfazioni che ti ripagheranno”.

Ha infine aggiunto: “Tra le categorie del cinema: il brutto con tanti soldi, si può fare; il brutto con pochi, no di sicuro. I miei colleghi che negano questo paradigma, o mentono o si mangiano le mani. E poi, anche se li faccio, che male c’è? Anche i film brutti hanno i loro estimatori.”