Reed Hastings, co-fondatore nel 1997 di Netflix, ha abbandonato la carica di co-amministratore delegato che divideva insieme a Ted Sarandos. Reed, però, non ha scelto di lasciare completamente l’azienda, ha deciso di ricoprire solamente il ruolo di presidente esecutivo della società. Il posto di Hastings è stato preso da Greg Peters, già Chief Operating Officer in Netflix, Hastings rimarrà la supervisione.

Hastings fondò Netflix insieme a Marc Randolph quando i rivali della società erano le catene di home video come Blockbuster, dato che la Netflix appena nata vendeva e noleggiava DVD via posta. La piattaforma streaming nacque dopo, nel 2007.

Quando ci fu il salto a piattaforma di streaming, la società iniziò ad essere notata, poi nel 2020 Ted Sarandos iniziò ad accompagnare Hastings alla guida di Netflix, ottenendo il ruolo di co-amministratore e mantenendo quello di responsabile dei contenuti della piattaforma che ormai era arrivata a numeri folli.

La futura Netflix sarà quindi guidata da Ted Sarandos e Greg Peters. L’annuncio è stato dato in occasione della chiusura del quarto trimestre 2022 di Netflix, un anno in cui per la prima volta nella sua storia, la società ha perso abbonati. Un anno nero per l’azienda, che prima godeva quasi dell’esclusiva considerando che Prime Video non era ancora così rinomata e Sky puntava ad un pubblico differente da quello di Netflix.

Quest’ultima, infatti, si è aperta fin da subito ai giovani, li ha ascoltati, ha assecondato i loro gusti, e ha permesso la fruizione con prezzi accessibili e account condivisibili. Per la prima volta quest’anno Netflix è in calo con una perdita di iscritti. È successo nel primo trimestre con un calo di 200.000 sottoscrittori dovuti soprattutto alla chiusura del mercato russo a causa della guerra in Ucraina; e altri 970.000 sono andati persi nel Q2. Nel corso del 2022 Netflix si è poi ripresa aggiungendo 10 milioni di abbonati fra il terzo e il quarto trimestre, ma la situazione è sempre instabile per via delle tante altre piattaforme streaming che fanno da concorrenza.