Tremoctopus, cos’è il curioso animale a metà tra una seppia e un polpo

Tremoctopus violaceus
Un esemplare di Tremoctopus violaceus (WikiCommons)
newsby Alessandro Bolzani12 Gennaio 2022


Il regno animale è talmente vasto che persino nel 2022 è possibile restare di stucco di fronte a una specie poco conosciuta. Se qualche mese fa abbiamo parlato del pesce porco (nome comune di Oxynotus centrina), oggi, mercoledì 12 gennaio, andremo a concentrare la nostra attenzione su Tremoctopus violaceus, un curioso cefalopode che a prima vista può sembrare una via di mezzo tra una seppia e un polpo. L’animale è stato avvistato di recente a Torre Canne, frazione del Comune di Fasano (Puglia), dove si è spiaggiato sul litorale. Filmandolo e fotografandolo, i presenti hanno messo in atto un esempio concreto di citizen science. La specie in questione, infatti, è di grande interesse per i biologi marini, che da anni desiderano studiarne le caratteristiche morfologiche e genetiche in modo approfondito.

Un animale raro

Nonostante il suo aspetto possa trarre un po’ in inganno, Tremoctopus violaceus è un polpo a tutti gli effetti. Il suo nome comune, infatti, è “polpo coperta” e deriva dalla presenza di lunghe membrane tra i tentacoli, utili per farlo sembrare più grandi e allontanare eventuali predatori. Pur essendo diffuso in tutto l’oceano Atlantico e nel Mediterraneo è piuttosto raro da avvistare, perché passa la maggior parte del suo tempo nelle acque più profonde. Dagli anni ’80 in poi ci sono state pochissime segnalazioni ed è proprio questo dato a rendere importantissimo l’avvistamento avvenuto in Puglia. Grazie alle segnalazioni dei cittadini, gli scienziati hanno potuto approfondire la propria conoscenza della specie e pubblicare i risultati ottenuti sulla rivista Animals.

Le caratteristiche di Tremoctopus violaceus

Proprio come i calamari e le seppie, anche Tremoctopus violaceus può spruzzare inchiostro per difendersi dai predatori. Inoltre, è immune al veleno della caravella portoghese. Un’altra caratteristica interessante è il forte dimorfismo sessuale esistente all’interno della specie. Le femmine sono molto più grandi e possono arrivare fino a due metri. I maschi, invece, non superano i due centimetri e mezzo e pertanto hanno un peso molto inferiore. È molto particolare anche il modo in cui avviene la fecondazione all’interno della specie. Una volta raggiunta la maturità sessuale, il maschio di Tremoctopus violaceus riempie uno speciale tentacolo, noto come ectotile, di “pacchetti di spermatozoi”, lo recide e lo consegna alla partner, che lo utilizza per fecondare le uova. Dopo aver compiuto questo gesto, il maschio muore, lasciando alla femmina il compito di portare con sé oltre centomila uova.

Quando si sente minacciato, Tremoctopus violaceus può rilasciare parte della propria “coperta” assieme a varie uova. Si tratta di un modo per proteggere la prole.


Tag: Animali