Terremoti nelle Filippine. Quanto sono frequenti? Che effetti hanno?

Le isole che compongono l’arcipelago si trovano in una zona geologicamente molto attiva, come buona parte dei Paesi del sudest asiatico. Pertanto sono esposte a sismi abbastanza frequenti, che possono dare origine a dei violenti tsunami

Terremoti nelle Filippine. Quanto sono frequenti? Che effetti hanno?
Un sismografo (credit: Yamaguchi先生)
newsby Alessandro Bolzani21 Gennaio 2021


Nelle Filippine, i terremoti sono abbastanza frequenti e nel corso degli ultimi anni se ne sono verificati alcuni piuttosto violenti. L’ultimo di questa serie è avvenuto oggi, giovedì 21 gennaio, in mare a 310 chilometri dalle città di Davao, nell’isola di Mindanao, a una profondità di 95 chilometri. Il sisma di magnitudo 7.0 è avvenuto alle 20:23 locali (le 13:23 in Europa). Per il momento non sono stati segnalati dei danni e non è stato lanciato un allarme tsunami. Alla scossa più forte sono seguite diverse repliche di magnitudo compresa tra 3 e 3.5. Secondo Renato Solidum, il direttore dell’Istituto Nazionale di Vulcanologia e Sismologia, il sisma non dovrebbe causare danni alle infrastrutture.

La frequenza dei terremoti nelle Filippine

Da che cosa dipende la frequenza dei terremoti nelle Filippine? Le isole che compongono l’arcipelago si trovano in una zona geologicamente molto attiva, come buona parte dei Paesi del sudest asiatico. Pertanto sono esposte a frequenti sismi, che possono dare origine a degli tsunami, ed eruzioni vulcaniche.
Da un report stilato nel 2015 dall’ASEAN Coordinating Centre for Humanitarian Assistance on disaster management (AHA Center) e dalla Japan International Cooperation Agency (Jica) emerge che i terremoti sono il secondo disastro naturale più frequente nelle Filippine (i primi sono le tempeste). Il documento indica, inoltre, che nel 1990 si è verificato un violento sisma di magnitudo 7.8 sull’isola di Luzon, che ha causato la morte di 2.421 persone. Un altro studio condotto dalla Jica indica che se si verificasse un terremoto a Manila più di 50mila persone perderebbero la vita.

L’impatto dei sismi

Dal 1990 in poi, nelle Filippine sono stati registrati almeno otto terremoti che hanno causato la morte di oltre 50 persone. Prima di allora, due violenti sismi colpirono le zone vicino a Manila nel 1645 e nel 1863, provocando centinaia di vittime. Alcuni dei terremoti più violenti, come quello a venuto a Luzon nel 1990, hanno anche causato dei gravi danni alle strutture e alle abitazioni, con un impatto non indifferente sull’economia dell’intero Paese.


Tag: Terremoto