Nobel, non solo Giorgio Parisi: tutti gli italiani vincitori del Premio

Da Giosuè Carducci a Dario Fo, passando per Grazia Deledda, Luigi Pirandello, Carlo Rubbia e Rita Levi-Montalcini

Premio Nobel per l'Economia a Card, Angrist e Imbens
Premio Nobel. Foto Unsplash | krasman
newsby Lorenzo Grossi5 Ottobre 2021


Giorgio Parisi si è appena aggiudicato il premio Nobel per la fisica del 2021. Lo scienziato italiano lo ha ottenuto “per i contributi innovativi alla comprensione dei sistemi fisici complessi”. Con lui hanno vinto Syukuro Manabe e Klaus Hasselmann. L’italiano è stato premiato “per la scoperta dell’interazione tra disordini e fluttuazioni nei sistemi fisici dalla scala atomica a quella planetaria”. Ma chi sono stati gli altri italiani a vincere il Nobel prima di lui? Oltre a Parisi, in tutto sono stati 20 i nostri connazionali ad aggiudicarsi l’ambitissimo riconoscimento.

Marconi, Deledda a Pirandello protagonisti italiani del Premio Nobel

Andando in rigoroso ordine cronologico troviamo Giosuè Carducci (Letteratura) e Camillo Golgi (Medicina) nel 1906. Un anno più tardi è il momento di Ernesto Teodoro Moneta (Pace), mentre nel 1909 Guglielmo Marconi si aggiudica quello per la Fisica. La prima donna, tra gli italiani, a vincere il premio Nobel è Grazia Deledda (Letteratura) nel 1926. Luigi Pirandello (Letteratura, 1934) ed Enrico Fermi (Fisica, 1938) sono i protagonisti nostri connazionali negli anni ’30. Dopo il Nobel per la Medicina a Daniel Bovet (che era nato in Svizzera) nel 1957, due anni dopo è il momento di Emilio Segrè (Fisica) e di Salvatore Quasimodo, (Letteratura). Giulio Natta lo vince per la Chimica nel 1963; Salvatore Luria per la Medicina nel 1969.

Seconda metà del ‘900 caratterizzata da Montale, Rubbia e Levi-Montalcini

Il 1975 è un bell’anno per gli italiani per quanto riguarda il premio Nobel: lo ricevono Eugenio Montale, per la Letteratura, e Renato Dulbecco, per la Medicina. Mitici anni ’80 caratterizzati da ben tre riconoscimenti per il nostro Paese, tutti intorno alla metà del decennio: balzano agli onori delle cronache mondiali, infatti, Carlo Rubbia (Fisica, 1984), Franco Modigliani (Economia, 1985) e Rita Levi-Montalcini (Medicina, 1986). Venendo infine agli anni più recenti, ricordiamo il Premio Nobel alla letteratura a Dario Fo nel 1997, quello a Riccardo Giacconi per la Fisica nel 2002 e quello a Mario Capecchi per la Medicina nel 2007.


Tag: Giorgio ParisiPremio Nobel