Cos’è il pesce porco trovato all’Isola d’Elba? Origine del nome e curiosità

L’animale, appartenente all’ordine degli squaliformi e noto con il nome scientifico Oxynotus centrina, deve il proprio soprannome al caratteristico verso che emette quando emerge dall’acqua, del tutto simile al grugnito di un maiale

Il pesce porco (Oxynotus centrina)
Il pesce porco (Oxynotus centrina)
newsby Alessandro Bolzani6 Settembre 2021


Nelle ultime ore ha attirato parecchio l’attenzione il raro esemplare di pesce porco recuperato privo di vita all’Isola d’Elba, precisamente all’interno della Darsena Medicea di Portoferraio. L’animale, lungo poco più di un metro, è stato recuperato dagli addetti alla marina e consegnato alla capitaneria di porto per le previste procedure di studio e smaltimento. Pur risalendo allo scorso 19 agosto, il ritrovamento è diventato noto al grande pubblico solo di recente, grazie a una foto del pesce pubblicata sulla pagina Facebook “Isola d’Elba App”.

Perché il pesce porco si chiama così?

Il pesce porco (Oxynotus centrina) deve il proprio soprannome al caratteristico verso che emette quando emerge dall’acqua, del tutto simile al grugnito di un maiale. Appartiene all’ordine degli squaliformi, può raggiungere una lunghezza massima di 150 centimetri e vive fra i 100 e i 700 metri in profondità. Ha un corpo piuttosto tozzo e alto per via della pinna dorsale allungata. La sua pelle, la cui tonalità varia dal bruno al grigio scuro, si distingue per la presenza di puntini chiari. Queste caratteristiche rendono il suo aspetto inconfondibile.

Una specie a rischio

In Italia, il pesce porco è presente in tutti i mari. Nel resto del globo è più facile trovarlo sui fondali sabbiosi o fangosi del Mar Nero e dell’Oceano Atlantico Orientale. È piuttosto raro ed è stato classificato come “vulnerabile” dalla Iucn Red List of Threatened Species, il più ampio database di informazioni sullo stato di conservazione delle specie animali e vegetali di tutto il mondo.

L’altro “pesce porco”

Esiste un altro abitante dei mari noto con lo stesso soprannome di Oxynotus centrina: si tratta del pesce balestra, caratterizzato da un corpo dalla forma romboidale. Vive nel Mar Mediterraneo e nell’Oceano Atlantico in acque costiere poco profonde (da 3 a 100 metri di profondità). Non è raro trovarlo vicino alle barriere coralline.


Tag: Animali