Doomsday Clock, all’Apocalisse mancano 90 secondi

Secondo gli esperti mancherebbero 90 secondi all'Apocalisse, rispetto ai 100 indicati lo scorso anno. Cos'ha accelerato il processo?

Maschera
Maschera | Pixabay @lukaszdylka
newsby Lavinia Nocelli25 Gennaio 2023


Si avvicina la fine del mondo? A quanto pare sì. Secondo l’Orologio dell’Apocalisse, mancano 90 secondi a mezzanotte rispetto ai 100 indicati lo scorso anno. “Il rischio di catastrofe oggi è più alto dello scorso anno”, ha sottolineato Steve Fetter, membro del Bollettino degli Scienziati Atomici, e preside della scuola di specializzazione e professore di politica pubblica all’Università del Maryland. Ma cos’ha accelerato il processo? Come spiegato dal Bollettino degli scienziati atomici, che si occupa della stesura della statistica, la guerra in Ucraina è una delle ragioni principali, ma non l’unica: tra queste troviamo anche l’espansione del programma missilistico cinese con le minacce conseguenti per la regione, il programma nucleare iraniano, gli sforzi della Nord Corea di ottenere l’atomica, e agli arsenali nucleari di India e Pakistan. 

Fine del mondo
Fine del mondo | Pixabay @TheDigitalArtist

Il tempo scorre

Il Bollettino, quindi, misura il tempo rimasto prima di una catastrofe nucleare. Tuttavia, come sottolineato dal presidente Rachel Bronson, il tempo può cambiare. “Proprio perché è stato l’uomo a creare queste minacce, può ridurle”, ha affermato Bronson. Le lancette dell’Orologio, infatti, sono state spostate più volte nel corso dei decenni, passando dai passando dai 7 minuti nel 1947, giorno della creazione, fino ai 17 minuti nel 1991 dopo la fine della Guerra Fredda. I 90 secondi odierni, tuttavia, segnano un nuovo record negativo. In alcune recenti dichiarazioni rilasciate all’Agi, il direttore dell’Agenzia internazionale per l’energia atomica (Iaea), Rafael Mariano Grossi, ha commentato il nuovo Bollettino degli Scienziati Atomici: “Polarizzazione, tensioni e altre difficoltà hanno un impatto sulla situazione” globale “che ovviamente include le testate nucleari. Suppongo che la decisone” di spostare l’Orologio dell’Apocalisse a 90 secondi dalla mezzanotte, ovvero dalla catastrofe nucleare, “rifletta questo. La situazione non sta migliorando e abbiamo maggiori sfide”.

Orologio
Orologio | Pixabay @2427999

Cos’è il Doomsday Clock

Il Bollettino, o Orologio dell’Apocalisse (Doomsday Clock), misura dal 1947 il tempo rimasto prima di una catastrofe nucleare. Creato dagli scienziati della rivista ‘Bulletin of the Atomic Scientists’ dell’Università di Chicago, questo misura il pericolo di un’ipotetica fine del mondo: la mezzanotte, infatti, rappresenta la fine, mentre i minuti precedenti simboleggiano la distanza dall’evento. L’iniziativa coinvolge esperti, scienziati e decisori pubblici tra i più qualificati al mondo, e raccoglie notizie, aggiornamenti e ricerche in ambito scientifico, trattando i temi della sicurezza globale e delle politiche pubbliche. Per quanto possa includere timore, quest’iniziativa nasce per sensibilizzare sui rischi che corre l’intera umanità per tutto ciò che accade nel mondo: quindi guerre, pandemie, minacce nucleari e crisi climatiche. Possiamo fare qualcosa? Indubbiamente, ma dobbiamo agire prima che sia troppo tardi.


Tag: Apocalissedoomsday clockfine del mondo