Supermercato, mai comprare questi prodotti: perché fanno così tanto male

Supermercato attenzione a questi prodotti - Newsby.it
Newsby Valeria Scirpoli 9 Settembre 2023

La scelta di prodotti del supermercato è davvero vasta ma ci sono alcuni da non comprare perché fanno male. Ecco quali sono. 

Al supermercato ci sono tantissimi prodotti che si possono acquistare: molti vengono pubblicizzati come salutari, adatti anche a chi sta a dieta, funzionali per perdere peso oppure per portare benessere in genere. Invece, proprio sotto questi prodotti si può nascondere qualcosa di pericoloso. 

Nella dieta quotidiana si fa sempre più consumo di prodotti che fanno male e che invece non dovrebbero essere acquistati: ricchi di zuccheri, di tanti ingredienti che ne permettono la conservazione a lungo termine e così via, che sono tutt’altro che salutari e benefici. Per mancanza di tempo o perché questi prodotti sono allettanti da vedere, si aggiungono nel carrello cibi confezionati che invece andrebbero evitati.

I prodotti da non comprare al supermercato perché fanno male

I prodotti che fanno male sono anche quelli che si acquistano di più al supermercato: fanno risparmiare tempo in cucina, rappresentano una “buona” soluzione per sostituire un pasto, sono gustosi, appetibili. Insomma, è facile cadere nel tranello dei cibi che sembrano solo buoni e salutari ma che in realtà fanno male e non andrebbero comprati. 

Supermercato: quali sono i prodotti da non acquistare
I prodotti da non acquistare al supermercato perché fanno male – newsby.it

Ecco quali sono i prodotti da non comprare al supermercato: 

  • Barrette dietetiche e cereali: nell’ottica di una colazione o di uno spuntino sano, si fa sempre più uso di questi prodotti. Leggendo l’etichetta però, si può notare che sono ricche di zuccheri, grassi saturi, sale, additivi e conservanti. Anche i cereali, che si mangiano con il latte a colazione, non sono un alimento salutare perché il chicco di mais per diventare gustoso e fragrante, deve subire un procedimento chimico a base di soda caustica e sciroppo sapidizzante.
  • Pane, cracker e pizza: per mantenere questi prodotti morbidi, subiscono dei processi che sono tutt’altro che salutari. In questi alimenti, poi, si trovano ingredienti come lo sciroppo di fruttosio, il bromato di potassio e la L-cisteina, che è un agente ammorbidente prodotto in laboratorio. Il consiglio è sempre quello di leggere l’etichetta e, se ci sono additivi, conservanti, oli raffinanti, formaggi fusi e salumi di bassa qualità, desistere dall’acquisto. 
  • Patatine confezionate e bevande gassate: in una confezione di patatine in busta è stato stimato che solo il 42% del contenuto sono patate vere disidratate. In aggiunta ci sono anche: i grassi, gli oli vegetali, la maltodestrina, la farina di riso e l’amido di frumento. Anche le bevande gassate contengono ingredienti dannosi come zucchero, dolcificanti e aromi industriali  ma anche coloranti, per rendere il loro aspetto più invitante.
  • Dolci e caramelle industriali: per rendere più appetibili questi dolci confezionati,  vengono aggiunti lardo, olio di palma e zucchero. Le caramelle gommose invece sono ottenute con la gelatina animale che deriva dagli scarti della macellazione.
  • Wurstel e formaggi fusi e spalmabili: questi sono prodotti che contengono scarti di lavorazione del pollo e del maiale ma anche sciroppo di mais, conservanti, aromi e troppo sale. I formaggi fusi e quelli spalmabili sono altri alimenti che sarebbe meglio evitare di comprare al supermercato perché può capitare che vengano realizzati riciclando formaggi vicini alla data di scadenza, con l’aggiunta di conservanti e di coloranti.

I prodotti da non comprare al supermercato sono, purtroppo, quelli che invece ci acquistano più spesso e che sono entrati, facendosi spazio e sostituendo cibi più sani, nell’alimentazione di gran parte delle persone che credono di mangiar bene e invece si stanno facendo solo male. Attratti anche dai prezzi a volte bassi di tali prodotti, in realtà sarebbe meglio evitare di acquistarli e optare per cibi freschi e più nutrienti. 

Impostazioni privacy