Covid, Oms: nel mondo tre milioni di contagi nell’ultima settimana

I decessi, invece, sono stati 10mila. È quanto emerge dal bollettino diffuso dall’agenzia dall’Agenzia delle Nazioni Unite

Covid, la Variante Omicron
Foto | Pixabay | geralt
newsby Alessandro Bolzani5 Gennaio 2023


L’ultimo bollettino settimanale dell’Organizzazione mondiale della Sanità (Oms) indica che nella settimana compresa tra il 26 dicembre 2022 e il primo gennaio 2023, a livello globale, sono stati segnalati oltre tre milioni di nuovi casi di Covid-19 (in calo del 22%) e 10mila morti (12% in meno rispetto alla settimana precedente). Secondo quanto riferito dall’Agenzia delle Nazioni Unite, inoltre, negli ultimi 28 giorni (Dal 5 dicembre 2022 al primo gennaio 2023) sono stati segnalati nel mondo oltre 14,5 milioni di casi e oltre 46mila nuovi decessi, con un aumento, rispettivamente, del 25% e del 21% in confronto alle quattro settimane precedenti. Nel complesso, al primo gennaio, risultano più di 656 milioni di casi confermati e oltre 6,6 milioni di decessi.

Oms, Ghebreyesus: “Il 2023 potrebbe essere l’anno in cui terminerà l’emergenza Covid”

Nel corso di una conferenza stampa a Ginevra, Tedros Adhanom Ghebreyesus, il direttore generale dell’Oms, ha dichiarato che anche nel 2023 il Covid-19 “rimarrà senza dubbio ancora un importante argomento di discussione, ma credo e spero che, con i giusti sforzi, questo sarà l’anno in lui l’emergenza pubblica terminerà in via ufficiale”. All’alba nel quarto anno della pandemia, il numero uno dell’Oms ha osservato che nel mondo la situazione ha subito dei miglioramenti significativi, grazie soprattutto alla gestione delle cure, ai vaccini e ai trattamenti. Ha poi chiarito che il Covid è stato in declino per buona parte dello scorso anno.

Parlando della decisione di alcuni Paesi, come l’Italia, di effettuare dei tamponi obbligatori ai viaggiatori che arrivano dalla Cina, Ghebreyesus ha dichiarato che si tratta di una scelta comprensibile. Sullo stesso tema è intervenuto anche Michael Ryan, il responsabile dell’Oms per la gestione delle emergenze sanitarie, che ha sottolineato come i numeri relativi al Covid forniti dalla Cina non forniscano una rappresentazione accurata dell’impatto della malattia sui ricoveri ospedalieri e i decessi.


Tag: Covid-19Oms