Campania, via al servizio psicologo di base: è la prima Regione in Italia

La Regione approva una legge che di fatto equipara lo psicologo al medico di base, garantendo assistenza a tutti i cittadini della Campania

Salute, psicologo di base: Campania attiva il servizio, prima regione in Italia
Foto | Newsby
newsby Redazione4 Luglio 2022



Un servizio di cura e assistenza psicologica rivolto a tutti i cittadini, che va a integrare e rafforzare l’azione svolta sul territorio dai medici di medicina generale e dai pediatri di libera scelta. È questa l’innovazione introdotta con lo psicologo di base in Campania, che fa da apripista a livello nazionale.

Psicologo di base: in che cosa consiste il servizio

Si tratta di un vero e proprio servizio di psicologia di base. La figura dello psicologo affiancherà quella del medico di base, garantendo assistenza a tutti i cittadini“, dice Armando Cozzuto, il presidente Ordine Psicologi Campania. Così Antonella Grandinetti, consigliera dell’Ordine Psicologi nella Regione: “Sono previste almeno due assunzioni per ogni distretto sanitario. Quindi partiamo intorno alle 150 unità. È una bella soddisfazione, e un’opportunità lavorativa per tanti colleghi“.

Siamo la prima Regione italiana ad aver approvato una legge per l’impegno degli psicologi nell’ambito del Sistema sanitario regionale – spiega anche Vincenzo De Luca, presidente della Regione Campania –. Abbiamo fatto un lavoro molto attento, durato due anni. Abbiamo anche superato una contestazione da parte del Governo nazionale. Ma oggi siamo in condizione di partire“.

Campania e non solo: le polemiche di inizio anno e il bonus nel Lazio

I due anni di Covid hanno determinato una condizione di sofferenza, soprattutto nell’area giovanile – ha ricordato il presidente della Campania –. E dunque questo ci consente di dare un aiuto alle famiglie, a ragazze e ragazzi, per superare questo periodo. Abbiamo bisogno della funzione dello psicologo per dare una mano a tante persone che hanno problemi. Bene, grazie a questa legge sarà possibile fare convenzioni con gli psicologi nei territori. E credo che di questo possiamo essere orgogliosi“.


Ci sono 8 italiani su 10 ad essere colpiti da disagio psicologico post pandemia. Maggiormente bambini, adolescenti, anziani e disabili“. Queste le parole di Armando Cozzuto, presidente Ordine Psicologi Campania, a margine del convegno di presentazione del nuovo servizio di psicologia di base nella Regione.

Bisogna ricordare che già nel gennaio 2022 esplose una polemica nazionale riguardo proprio al delicato argomento del sostegno psicologico. Nel testo della legge di bilancio, approvato dalle Camere, era stato escluso l’emendamento bipartisan sulla salute mentale. Ciò che è sparito dalla manovra è un bonus da 50 milioni. Soldi che sarebbero stati utili ad accedere ai servizi psicologici per chi non è in grado di permetterselo. La Regione Lazio aveva deciso quindi di avviare un programma in aiuto di coloro che stanno vivendo difficoltà di natura psicologica nella delicatissima epoca del Covid-19. Si trattava di “2,5 milioni di euro per garantire l’accesso alle cure per la salute mentale e la prevenzione del disagio psichico, attraverso voucher da utilizzare presso strutture pubbliche del Lazio“. Ora la Campania è andata anche oltre.


Tag: PsicologiRegione Campaniasalute mentaleVincenzo De Luca