Bambini e adolescenti al tempo
del Covid, l’allarme del prof. Vicari

Ospite di 'Emoticon, opinioni a confronto', il professor Stefano Vicari dà preziosi consigli in ambito di neuropsichiatria infantile

newsby Redazione15 Aprile 2021



È il professor Stefano Vicari l’ospite della nuova puntata di Emoticon, opinioni a confronto, la rubrica di Newsby curata da Andrea Pamparana. Un episodio dedicato, in particolare, alla gestione del benessere mentale dei più giovani, soprattutto di adolescenti e bambini, in un periodo complesso come quello che tutto il mondo, a causa del Covid, sta vivendo da ormai oltre un anno.

Il prof. Vicari a Emoticon: “Drastico aumento di disturbi neuropsichici fra bambini e adolescenti”

Responsabile dell’Unità operativa complessa di neuropsichiatria infantile dell’Ospedale pediatrico Bambino Gesù di Roma e professore di neuropsichiatria infantile all’Università Cattolica di Roma, Vicari è autore di numerosi libri non solo specialistici, ma anche di divulgazione. Ha redatto oltre cento pubblicazioni scientifiche su riviste nazionali e internazionali. La sua è un’opinione autorevole, che aiuta a chiarire meglio i passi più corretti da compiere in direzione di chi è colpito ‘collateralmente’ dalla pandemia.

“Negli ultimi anni, è stato registrato un drastico aumento delle richieste di diagnosi e di intervento per i disturbi neuropsichici in età evolutiva – spiega il professor Vicari, lanciando un vero e proprio allarme -. I disturbi mentali riguardano il 10% dei bambini e il 20% degli adolescenti. Ciò nonostante i servizi presenti sul territorio in grado di occuparsi della salute mentale sono molto ridotti. Addirittura, ci sono Regioni quasi sprovviste di centri di neuropsichiatria infantile“.

“Durante la pandemia di Covid trascurati i più deboli, la politica si faccia carico della situazione”

“La pandemia causata dal Covid-19, il lockdown, l’isolamento, la chiusura delle scuole e dei centri sportivi non hanno fatto altro che amplificare alcuni disturbi preesistenti nei bambini e negli adolescenti – aggiunge il neuropsichiatra infantile –, nonché acuire le richieste di aiuto di disturbo mentale. Parliamo di ansia, autolesionismo, tentativi di suicidio, depressione, attacchi di panico, disturbi del sonno, aggressività, irritabilità. Rimanere chiusi in casa non è facile per noi adulti, quasi impossibile per un bambino. Specie se con qualche difficoltà”.

Un doveroso pensiero va anche ai bambini ancora più fragili: “In quest’ultimo anno abbiamo trascurato i più deboli, primi fra tutti i bambini con disabilità – afferma Vicari –. La pandemia di Covid-19 ha accentuato un fenomeno già presente di carenze di servizi dedicati alla salute mentale. È necessario, quindi, potenziare i servizi di neuropsichiatria del territorio. La politica deve farsi carico di questa situazione e garantire il diritto alla salute delle nuove generazioni”.


Tag: Andrea PamparanaEmoticonStefano Vicari