Elezioni Lombardia, Fontana a Majorino: “Confronto non ha senso, dice cose non vere”

Le parole del presidente della regione e del candidato del Partito Democratico e del Movimento 5 Stelle che ha attaccato il governatore su Pnrr e sanità

Attilio Fontana
Attilio Fontana | Newsby
newsby Redazione24 Gennaio 2023


A meno di tre settimane dalle elezioni regionali in Lombardia, che si svolgeranno il 12 e il 13 febbraio, Attilio Fontana, attuale governatore, ha ribadito la sua scelta di non voler fare un confronto. “Se devo accettare un confronto diretto su notizie infondate, che confronto posso fare?“, ha dichiarato il candidato del centrodestra commentando le parole dello sfidante Pierfrancesco Majorino a margine dell’incontro con Ance (Associazione nazionale costruttori edili) Lombardia a Milano. “Se ci troviamo per un confronto – ha aggiunto Fontana – e Majorino dice che sta nevicando, io cosa posso dire? Che non è vero? Che senso ha? Se parliamo di contenuti e di proposte ha un senso, ma se parliamo solo di cose non vere no”. Per il governatore “Majorino dice anche che non sappiamo spendere i fondi europei, ma abbiamo ricevuto un premio dalla Commissione europea perché li spendiamo tutti e bene. Siamo stati i primi a presentare i progetti a livello europeo per il nuovo settennato. Che confronto ci può essere? Non posso smentire la verità e le balle che racconta“, ha concluso.

Fontana: “Pnrr? Azioni limitate per scelte del vecchio governo”

Sul tema del Pnrr secondo Fontana “è chiaro che ci sono questioni al di fuori delle nostre competenze. Come Conferenza delle regioni abbiamo chiesto di essere maggiormente coinvolti nelle decisioni legate alla messa a terra delle risorse, ma sono state fatte scelte diverse dal vecchio governo quindi adesso, purtroppo, noi non possiamo fare molto“. Il governatore ha poi risposto a Majorino, che lo aveva attaccato sul Pnrr, affermando che “basta leggere le conferenze del Pnrr: su dieci miliardi in Regione Lombardia noi abbiamo la gestione diretta soltanto di due miliardi, di cui un miliardo e 200 milioni per la crisi sanitaria, case e ospedali di comunità“. Poi, ha sottolineato Fontana, “abbiamo alcuni milioni per acquistare dei treni e un’altra parte per l’housing sociale. Tutte le nostre cose stanno andando avanti nel rispetto dei tempi“.

“A Milano 40% case Aler non assegnate sono del Comune”

Per quanto riguarda la questione Aler, Fontana ha affermato che “le notizie bisogna darle correttamente perché di quelle 15mila case, cinquemila sono di proprietà e gestione diretta dei Comuni. A Milano il 40% delle case non assegnate fanno riferimento al Comune di Milano“. Commentando la polemica sulla mancata assegnazione di 15mila alloggi Aler, Fontana ha spiegato che “è chiaro che noi stiamo accelerando molto, abbiamo già modificato delle procedure per renderle più celeri e devo dire che nel primo semestre abbiamo aumentato l’assegnazione del 100%, ma fino al 2019 le assegnazioni venivano fatte esclusivamente dai Comuni“, ha aggiunto.

Majorino: “Fontana e Moratti bisticciano, ma sanità è indecorosa”

All’Ance è andato anche Majorino che ha attaccato Fontana e Letizia Moratti, candidata del Terzo Polo, sulla questione sanità: “Fontana e Moratti continuano a bisticciare, la verità oggi è che la gente se vuole essere curata deve pagare cifre assurde o aspettare tempi incredibili“. Il candidato di Partito Democratico e Movimento Cinque Stelle reputa la situazione “indegna e indecorosa, una mortificazione rispetto alle tante eccellenze sanitarie in natura pubblica e privata presenti nei nostri territori. Noi ricostruiremo il sistema socio-sanitario“, ha aggiunto.

“Pnrr? Preoccupato da mancanza trasparenza della Regione”

Per Majorino sui temi del Pnrr e delle Olimpiadi di Milano-Cortina 2026ci vuole più trasparenza: la mancanza di trasparenza assoluta da parte della Regione mi preoccupa molto“. L’ex assessore alle Politiche sociali del Comune di Milano si è detto “molto preoccupato, perché nonostante le parole un po’ balbettate dette da Fontana, siamo di fronte al fatto che sul Pnrr stiamo andando pianissimo“. Secondo Majorino la Lombardia “deve essere il motore dell’utilizzo intelligente di quelle risorse, così come sinceramente non sono affatto rassicurato dalle cose che sento sul tema delle Olimpiadi“. Un appuntamento che “non possiamo perdere, che dobbiamo giocare nel nome della crescita, del valore delle nostre terre“, ha affermato Majorino.


Tag: Attilio FontanaelezioniLombardiaPierfrancesco MajorinoPoliticaregionali Lombardia