Congresso Azione, gli interventi dei politici invitati da Calenda

Intervengono, tra gli altri, Enrico Letta, Giancarlo Giorgetti e Roberto Speranza

Carlo Calenda
Carlo Calenda (Foto: canale YouTube Azione)
newsby Redazione19 Febbraio 2022


Si tiene al palazzo dei Congressi dell’Eur, a Roma, il primo congresso di Azione, partito fondato da Carlo Calenda. Davanti a oltre 300 delegati da tutta Italia, sul palco lo slogan della manifestazione: “La politica non è rumore ma Azione: l’Italia sul serio”. Un breve saluto di Roberto Gualtieri, sindaco di Roma, quindi l’apertura formale dei lavori congressuali

Congresso Azione, Letta: “Insieme vinceremo elezioni 2023”


“Sono sicuro che insieme faremo grandi cose per il futuro del nostro Paese, che insieme senza ambiguità vinceremo le politiche del 2023 e dopo il voto daremo un governo riformista, democratico e europeista eletto dai cittadini per rendere la politica al servizio del nostro Paese”. Così il leader del Partito Democratico, Enrico Letta, al congresso di Azione. “Sono sicuro che discuteremo, ma anche che litigheremo, con Carlo funziona così, ma poi sempre si prenderanno le decisioni giuste per il bene del Paese, ha concluso.

Giorgetti: “Governo avanti, basta tornaconti elettorali”


“Serve un governo che decida, una democrazia che aiuti la crescita senza pensare a tornaconti elettorali. Serve un importante impegno di riforme: da vent’anni abbiamo avuto cambi di maggioranze, solo in questa legislatura un campionario incomprensibile per i nostri osservatori esteri. Ma ora al di là delle baruffe quotidiane. i richiami che vengono sull’aggiornamento delle istituzioni siano ineludibili”. Così il ministro per lo Sviluppo economico e vicesegretario della Lega, Giancarlo Giorgetti, in collegamento con il Congresso di Azione.

Covid, Speranza: “Finalmente curva si piega nel lato giusto”


“Finalmente vediamo la curva del contagio piegarsi sul lato giusto: credo che sia giusto guardare con fiducia alle prossime settimane. La nostra comunità nazionale è stata all’altezza della sfida lanciata dalla comunità scientifica. I vaccini e i richiami corrono molto velocemente. Così il ministro della Salute, Roberto Speranza, al Congresso di Azione.

Calenda: “Noi non dialoghiamo con M5s e Fdi”


“Noi siamo per il dialogo, ma il dialogo non vuol dire l’accettazione di qualunque controparte: noi non dialoghiamo e non accettiamo il confronto con M5s e Fdi. È una scelta netta e definita, perché il dialogo si fa a partire dai valori comuni. Ma dove nella matrice, nelle radici culturali dei popolari, dei liberali e dei socialdemocratici viene la possibilità di sottomettersi ai sovranisti e ai populisti, non c’è, non esiste”. Così il leader di Azione, Carlo Calenda, intervenendo al primo congresso del suo partito. “Con ogni sistema elettorale mai alleati a populisti e sovranisti, ha concluso.

“Alleati con il Pd, ma solo se non ci sono i Cinque Stelle”


A margine del congresso, parlando con i cronisti Calenda ha poi ribadito:A Letta dico che tutto è possibile, a condizione che non ci siano i Cinque Stelle. Ma sappiamo che questo non ci sarà. Tutti fanno delle scelte dissennate. Unico modo per spezzare è creare un fronte repubblicano per ricentrare la politica italiana sulle riforme”.

Congresso Azione: “Dialogo con la Lega solo se accetta Ue”


“Penso che se la Lega è quella di governo che accetta il destino comune europeo e diventa un partito popolare italiano insieme a Fi ci si deve dialogare, ha concluso il leader di Azione.

Tajani: “Invito a uscire da coalizione? Noi anima del Cdx”


Da Calenda un invito a lasciare la coalizione di centrodestra? “No il suo è stato un discorso generale, noi siamo il centro del centrodestra, siamo l’anima liberale, garantista e riformista. Un centrodestra che deve essere sicuramente rifondato, ma l’anima siamo noi”. Così il coordinatore nazionale di Forza Italia, Antonio Tajani, a margine del congresso di Azione a Roma.


Tag: Antonio TajaniAzioneCarlo CalendaEnrico LettaGiancarlo GiorgettiRoberto Speranza