2 giugno, il centrodestra manifesta in piazza a Roma e Milano

I leader del centrodestra Salvini, Meloni e Tajani a Piazza del Popolo. A Milano i partiti erano rappresentati da Gallera, Gelmini e Santanché

newsby Redazione2 Giugno 2020



I rappresentanti dei partiti del centrodestra si sono ritrovati, come annunciato nei giorni scorsi, a Roma e Milano per celebrare la festa del 2 giugno. Numerosi gli assembramenti sia tra i manifestanti sia tra i cronisti intervenuti per documentare l’evento, mentre Salvini e Meloni non hanno mancato di fare numerosi selfie con i loro sostenitori. Dalla piazza è stato srotolato poi un tricolore di 500 metri lungo via del Corso.


Accanto agli esponenti di Lega, Fratelli d’Italia e Forza Italia, in piazza anche una rappresentanza del gruppo Marcia su Roma e alcuni dei seguaci del generale Pappalardo, benché gli organizzatori ufficiali della manifestazione ne abbiano in qualche modo preso le distanze.

A Milano, invece, il centrodestra era rappresentato fra gli altri anche dall’assessore regionale Giulio Gallera, dall’ex ministra dell’Istruzione Mariastella Gelmini e dalla senatrice Daniela Santanchè. Assente il governatore della Lombardia, Attilio Fontana. Durante la manifestazione cori contro il premier Giuseppe Conte e il sindaco di Milano Giuseppe Sala.

Salvini: “Manifestazione libera è il bello della democrazia”


“E’ il bello della democrazia, che chiunque manifesti liberamente e rispettosamente le sue idee è libero di farlo – ha commentato Matteo Salvini, leader della Lega, tra i promotori principali della manifestazione del 2 giugno -. Non pretendo di essere l’unico rappresentante del popolo italiano. A un’idea che non condivido rispondo con le idee, non con le manette. Viste le intercettazioni di alcuni magistrati meno i problemi si risolvono e meglio è per tutti. Alcuni non portano le mascherine? La salute deve venire prima di tutto”.


Salvini ha poi parlato delle proposte economiche da parte del suo partito: “Servono soldi veri subito, il Recovery Fund ce li porta nel 2021. Il Mes ha delle condizioni insostenibili per gli italiani. La nostra proposta sono i buoni del tesoro: se il governo ne emettesse per 200 miliardi i cittadini italiani li comprerebbero senza aspettare Bruxelles o Berlino. Poi se arriva anche l’Europa bene, però i soldi servono adesso, non tra sei mesi”.

Meloni: “Elezioni politiche il prima possibile”


Giorgia Meloni invece insiste su elezioni politiche anticipate: “Dobbiamo tornare il più possibile vicini alla normalità e a quel punto chiedere che gli italiani possano votare – ha detto –. Se si pensa che si potrà votare a settembre per le regionali lo si potrà fare il prima possibile anche per le politiche, perché io non penso che questo governo possa essere il governo giusto per affrontare la grande sfida di ricostruire l’Italia dopo il Covid“.


“Tante sono le proposte che abbiamo fatto negli ultimi mesi per aiutare il nostro Paese ma sono state sistematicamente falcidiate – ha dichiarato poi la leader di Fratelli d’Italia -. Chiediamo che dal Dl Rilancio venga tolto tutto quello che con il rilancio non ha niente a che fare”. A chi le ha chiesto un’opinione sulla presenza di alcuni seguaci dei Gilet Arancioni e sulle dichiarazioni di Antonio Pappalardo, Meloni ha risposto: “Dice di rappresentare il popolo? In realtà è il popolo che decide da chi farsi rappresentare, io sono qui per il centrodestra ma non ho la presunzione di rappresentare il popolo”.

Tajani: “Centrodestra mai con Pappalardo”


Anche Antonio Tajani, vicepresidente di Forza Italia, è intervenuto sulla questione Pappalardo in maniera piuttosto decisa: “Allargare il centrodestra ai Gilet arancioni? Non abbiamo nulla a che spartire, per carità! Gli estremisti sono isolati e saranno isolati oggi pomeriggio, siamo contrari ai gilet arancioni e a quelli di qualsiasi altro colore”.

“Noi vogliamo fare proposte serie per realizzare un progetto affidabile per il nostro Paese” ha aggiunto Tajani.


Tag: Antonio TajaniFesta della RepubblicaForza ItaliaFratelli d'ItaliaGiorgia MeloniLegaMatteo SalviniMilanoRoma