Ucraina, morta la donna incinta dopo il bombardamento a Mariupol

La notizia del decesso, insieme al suo bambino, è stata data dalla Associated Press

La donna incinta morta in Ucraina
Foto | The Times Scotland
newsby Lorenzo Grossi14 Marzo 2022


La donna incinta ucraina fotografa all’ospedale di Mariupol, che era stato bombardato, è morta. Quello scatto è stato (e sarà inevitabilmente) una delle foto simbolo di quella tragedia della guerra. La donna fu fotografa da Evgeniy Maloletka distesa su una barella, mentre si teneva con le mani il grembo insanguinato. La foto fece il giro del mondo in pochi minuti. Ora è morta insieme al bambino, che i medici non sono riusciti a salvare. Il nome della donna non è noto. Nel caos seguito al bombardamento, infatti, i medici non erano riusciti a trascriverlo prima che il marito e il padre della donna venissero a prendere il corpo, suo e del bimbo. Un’altra donna, Marianna Pidhurska, la beauty blogger fotografata con il pigiama a pois mentre scendeva le scale tra le macerie la sera del 10 marzo, ha invece dato alla luce una bambina.

La Russia aveva accusato la donna incinta ucraina di essere un’attrice

La donna incinta era stata portata d’urgenza in un altro ospedale dell’Ucraina, ma più vicino al fronte. I medici hanno raccontato ai giornalisti dell’agenzia di stampa Associated Press che quando aveva capito che stava per perdere il suo bambino, la donna avrebbe gridato “Uccidimi ora” agli infermieri. Il chirurgo Timur Marin ha diagnosticato alla donna il bacino schiacciato e il distacco dell’anca. I medici hanno fatto partorire la donna tramite cesareo, ma il bambino non ha mostrato segni di vita. La donna ha perso i sensi e i medici hanno tentato di rianimarla per trenta minuti, prima di doversi arrendere.

Insieme proprio a Marianna Pidhurska, la donna era stata accusata di essere un’attrice dalla propaganda di Putin. A rilanciare l’ipotesi la fake news erano stati anche vari account ufficiali delle Ambasciate russe nel mondo (compresa quella italiana), che avevano accusato per esempio Podgurskaya di avere preso parte alla presunta messinscena siccome era stata fotografata con vestiti diversi su una barella. Una versione dei fatti smentita poi dalla visione delle immagini, che mostravano una donna completamente diversa. Inoltre era stato detto che l’ospedale era vuoto da giorni, occupato solo dai militanti del battaglione Azov.


Tag: GuerraMariupolRussiaUcraina