Malta: l’isola che accoglie i nomadi digitali

Grazie a un tasso di vaccinazione tra i più alti al mondo, l'isola è pronta ad accogliere i lavoratori da remoto che possono beneficiare di programmi e incentivi ad hoc

Malta
Foto Unsplash | CALIN STAN
newsby Giulia Martensini11 Novembre 2021


Vantando uno dei tassi di vaccinazione più alti al mondo, Malta sta ora accogliendo i visitatori in sicurezza con incentivi in denaro e un permesso di soggiorno per lavoratori da remoto lanciato di recente. L’isola, tra i Paesi più sicuri al mondo, ha anche sviluppato un piano di sostenibilità incoraggiando l’economia circolare e il trasporto sostenibile.

Lavori da remoto? Ecco perché dovresti andare a Malta

Il Paese è più che pronto a riaccogliere i visitatori internazionali vaccinati. In particolare quelli che desiderano trarre vantaggio dalle nuove politiche di lavoro a distanza.

Nel giugno 2021, Malta ha lanciato il permesso di soggiorno per nomadi, che consente ai visitatori di mantenere il loro attuale impiego in un altro Paese e vivere a Malta fino a un anno (con l’opportunità di rinnovo). I candidati devono dimostrare di poter lavorare da remoto, lavorare per un datore di lavoro o offrire servizi di libero professionista o di consulenza e guadagnare almeno l’equivalente di € 2.700 mensili.

I visitatori di Malta possono anche beneficiare del programma di promozione turistica Free Independent Traveler (FIT). Questo consente agli hotel partecipanti di offrire agli ospiti che soggiornano tre o più giorni fino a € 200 (€ 100 dal governo e un sussidio corrispondente dall’hotel) in incentivi (che possono includere uno sconto sulla camera o vantaggi in loco).

Uno tra i Paesi più sicuri (e vaccinati) in Europa

L’isola-nazione mediterranea di Malta può essere piccola ma la sua risposta alla pandemia è stata potente. Dopo aver applicato alcune delle restrizioni più severe in Europa, il Paese è stato finalmente in grado di aprire i suoi confini e accogliere i visitatori in sicurezza, vantando uno dei tassi di vaccinazione più alti al mondo.

Quasi l’81% di tutti i residenti a Malta è completamente vaccinato. In effetti, Malta e Portogallo sono le uniche due nazioni in Europa che hanno raggiunto un tasso di vaccinazione superiore all’80% sulla loro popolazione totale. Questo li rende due degli unici posti che potrebbero evitare una rinascita di contagi invernale, afferma il direttore dell’ECDC, e tra i posti più sicuri in cui viaggiare nel 2021. I visitatori di Malta devono essere vaccinati se vogliono evitare una quarantena di 14 giorni.

La rinascita sostenibile dell’isola

Negli ultimi anni Malta ha compiuto alcuni dei maggiori progressi nella sostenibilità ambientale, classificandosi al decimo posto nell’indice di sostenibilità globale di Earth.org. Nel 2021, il paese ha lanciato il suo piano d’azione verso un’economia circolare, incoraggiando il riutilizzo, il riciclaggio e la riduzione complessiva delle risorse.

Per queste ragioni il Ministero del Turismo di Malta ha lanciato nel 2019 il programma Green Mobility per gli hotel. Premiando gli hotel che incoraggiano modalità di trasporto sostenibili come la bicicletta, i veicoli elettrici e i servizi navetta per  dipendenti e ospiti.


Tag: lavoro da remotoMaltanomadi digitali