Ma è vero che il partner è il miglior compagno di squadra?

La sintonia con la persona amata può diventare più forte se la si trasforma in un team vincente: ecco come fare

coppia
Coppia - Foto: Pixabay
newsby Ilaria Macchi23 Febbraio 2022


Il lavoro di squadra è importante non solo in ambito professionale quando si deve lavorare a un progetto, ma anche nel rapporto di coppia. In questo caso, infatti, diventa fondamentale saper supportare il partner sia nei momenti felici, che in quelli più complessi che inevitabilmente possono capitare nella vita di ognuno di noi.

Se si vuole che la relazione funzioni davvero, a maggior ragione in un periodo frenetico come quello che stiamo vivendo, può rivelarsi utile pensare alla persona amata come il migliore compagno di squadra che gareggia con noi contro le difficoltà della vita, in grado di supportarci, rassicurarci, ma soprattutto, regalarci momenti di spensieratezza e svago.

Ecco quindi alcuni consigli utili da seguire per raggiungere l’obiettivo stilati da Epicura, il primo poliambulatorio digitale in Italia. La struttura si avvale di più di 900 professionisti certificati che forniscono consulti a domicilio o in videoconsulto.

I consigli utili per aumentare l’affiatamento di coppia

  • Condividere gli schemi di gioco:

Il dialogo in una coppia resta una componente importante e deve essere all’insegna della sincerità. E’ quindi utile esprimere in maniera chiara e senza filtri i propri punti di vista e le proprie richieste. Questo rende la condivisione più efficace per entrambi i giocatori.

  • Allenamento di squadra e individuale:

Gli appassionati di sport sanno bene come nella fase di preparazione di una gara sia importante alternare l’allenamento in gruppo, utile per migliorare la sincronia con i compagni di squadra, a quello individuale, che può diventare personalizzato per rispondere alle esigenze di ognuno. Si deve quindi individuare all’interno delle agende di ognuno uno spazio da trascorrere insieme con il partner. Questo non dovrebbe però mai portare a mettere in secondo piano i propri interessi personali, in modo tale che i momenti trascorsi insieme diventino ancora più piacevoli.

  • Il tempo del recupero:

Ogni partita, si sa, è caratterizzata anche da un tempo di recupero, la cui durata può variare sulla base di quanto perso nei tempi effettivi di gioco. Un principio che dovrebbe essere applicato anche nella gestione del rapporto di coppia. E’ quindi importante riservare del tempo anche al riposo, utile per ricaricarsi dalla stanchezza fisica e mentale che può subentrare in ognuno di noi.

  • L’allenatore e il fisioterapista:

Ogni squadra può raggiungere gli obiettivi prefissati grazie a un allenatore vincente, che sappia guidare costantemente il suo gruppo. Altrettanto determinante è il ruolo svolto dal fisioterapista, utile per mettere a punto una preparazione personalizzata. Questa idea è valida anche nel rapporto di coppia: in caso di necessità o problemi può servire il supporto di un professionista, in grado di individuare la strada migliore per ritrovare la sintonia perduta.

  • Festeggia dopo ogni partita

In caso di vittoria una squadra si lascia andare alla gioia, in modo tale da condividere insieme la soddisfazione per il risultato ottenuto. In una coppia si dovrebbe così trovare un momento in cui celebrare insieme l’impegno condiviso, a prescindere dal risultato. E’ importante quindi concentrarsi sugli aspetti che meglio funzionano nella coppia e complimentarsi l’uno con l’altro per lo speciale contributo apportato al gioco.


Tag: coppia