San Valentino, la festa degli innamorati… che sognano l’amante!

Cosa accade in questa giornata a chi, oltre al partner “ufficiale”, ha una relazione extra che non può, per ovvi motivi, far uscire alla luce del sole?

San Valentino, la festa degli innamorati... Che sognano l'amante
San Valentino, la festa degli innamorati... Che sognano l'amante
newsby Ilaria Macchi9 Febbraio 2022


San Valentino, la Festa degli innamorati, è ormai alle porte, e molti ne approfitteranno per organizzare qualcosa di speciale con la persona amata. Un invito a cena è spesso quasi d’obbligo, accompagnato anche da un regalo e, perché no, anche da un dopo cena in cui lasciarsi andare alla passione. Ma cosa accade in questa giornata a chi, oltre al partner “ufficiale” ha una relazione extra che non può, per ovvi motivi, far uscire alla luce del sole?

Alla domanda ha provato a rispondere Ashley Madison, piattaforma leader internazionale per chi è alla ricerca di incontri extraconiugali, con una survey sul tema.

San Valentino: come lo festeggiano gli innamorati?

Le persone che hanno partecipato al sondaggio hanno sottolineato come San Valentino sia una tradizione consolidata, anche per i meno romantici. Il 68% ha intenzione di festeggiarlo, l’89% di questi lo farà con il partner primario.

Non tutti sembrano ritenere però così fondamentale pensare al sesso in occasione di questa ricorrenza. Solo il 30% ha intenzione di fare sesso con il proprio partner. Il 58% ha intenzione di organizzare un appuntamento serale ((cinema, cena romantica, etc), mentre il 42% approfitterà dell’occasione per scambiarsi un regalo. In quest’ultimo caso non si punterà su qualcosa di impegnativo, ma prevalentemente su cioccolatini e fiori.

E chi ha un amante a San Valentino?

Trascorrere San Valentino con il partner “ufficiale” non è però indice necessariamente di fedeltà. Molti, infatti, lo fanno quasi per obbligo e si ritrovano così costretti a mettere in secondo piano l’amante, che sarà costretto/a ad accontentarsi di un incontro organizzato in un’altra serata. Quattro intervistati su dieci hanno infatti ammesso senza mezzi termini che preferirebbero stare con la persona con cui hanno una relazione extraconiugale. Più della metà di questi (il 51%) gradirebbe coronare la serata con una notte di passione.

Ma c’è un altro dato emerso dall’indagine che invita a far riflettere. Chi pensa infatti che siano soprattutto gli uomini a tradire potrebbe essere smentito: il 45% delle donne, infatti, gradirebbe passare San Valentino con il proprio amante, intenzione invece manifestata dal 30% degli uomini. Il 16% delle donne sembra essere pronta a trovare una scusa e trovare un modo per passare del tempo con il proprio partner extraconiugale. Un comportamento tenuto invece solo dall’11% degli uomini.

Quali sarebbero le motivazioni? A indicarle ci pensa la psicologa Marinella Cozzolino, Presidente dell’Associazione Italiana di Sessuologia: “Innanzitutto consideriamo il dato che solo il 18% delle donne riesce a raggiungere l’orgasmo con il partner primario. Perché? Nella maggioranza dei casi, la routine familiare e lavorativa distrugge passione e desiderio. Il partner primario diviene una persona troppo vicina per essere desiderabile. In molte situazioni poi, la coppia condivide principalmente i problemi della quotidianità, senza lasciare spazio allo svago, eccetto le classiche opzioni come una cena fuori o una serata al cinema/teatro che, per quanto piacevoli, non attivano l’entusiasmo, né il desiderio, non lasciano emergere il ‘non vedo l’ora’. ‘Non vedo l’ora’, l’attesa, è, invece, tutto ciò che attiva il partner secondario con cui è chiaro quanto la parola d’ordine sia ‘divertirsi’. Forse molti dimenticano che il sesso è il modo di giocare degli adulti, il più naturale, spontaneo e vero dei divertimenti”.

L’importanza del sesso nei rapporti extraconiugali

Molto spesso si pensa che chi decide di iniziare una storia extraconiugale lo faccia per dare spazio alle proprie fantasie sessuali, soprattutto se il partner “ufficiale” è più tradizionalista. Questo è stato uno degli argomenti di cui si è parlato nel sondaggio. Il 70% si considera un amante monogamo, ha quindi solo una relazione extra, con dinamiche che caratterizzano tipicamente una coppia. La maggior parte di loro (il 54%) smentisce però un luogo comune: non è importante solo il sesso, ma anche il romanticismo.

Una love story di questo tipo avrebbe notevoli benefici. Tra questi, la qualità della relazione, con il 53% dei voti, seguita da una capacità di concentrazione e di comunicazione più consapevole (48% delle preferenze) e, in terza posizione, una connessione emotiva più solida con il partner (41%).

Chi tradisce il partner non lo farebbe quindi del tutto a cuor leggero, ma ritiene questo rapporto altrettanto importante. È questo che ha sottolineato Christoph Kraemer, Managing Director di Ashley Madison per l’Europa: “Sembra che i nostri iscritti stiano vivendo il proprio love affaire come il tipo di relazione che vorrebbero avere anche con il partner primario. Stiamo parlando di un rapporto non gravato dalle norme sociali, dove essere intimi con qualcuno non comporta necessariamente una relazione monogama (lo pensa il 69%), dove piuttosto si dà valore in egual misura al coinvolgimento sessuale ed emotivo, senza il vincolo della gelosia. Infatti la maggioranza degli intervistati non prova tale sentimento né verso il partner primario dell’amante (82%) né verso altri possibili partner (71%)”.

Il fenomeno del poliamore

Un’altra situazione diffusa sempre più spesso è quella che viene definita poliamore, ovvero chi porta avanti più relazioni contemporaneamente, spesso con il consenso di tutti.  Il 44% delle donne ha dichiarato di avere più di una relazione sessuale extraconiugale in contemporanea, mentre solo il 36% della controparte maschile afferma la stessa cosa.

Ma quali sono le motivazioni dietro questo comportamento? Il 49% vuole evitare di annoiarsi, mentre il 48% è in cerca di nuovi stimoli che, evidentemente, non ottiene nella relazione “ufficiale”. Il 56% delle donne sostiene inoltre di poter mostrare in questo modo lati differenti di sé con partner diversi.


Tag: San Valentino