Karl Lagerfeld, l’eredità del famoso stilista sembra un sogno irraggiungibile: quella che era la sua posizione fiscale blocca la successione

Karl Lagerfeld - Instagram ufficiale - Newsby.it
Newsby Rosaria Fiorillo 13 Maggio 2023

Alcuni debiti di Karl Lagerfeld potrebbero mettere in difficoltà i suoi otto legatari che sembrano sempre più lontani dalla sua eredità.

Karl Lagerfeld è stato celebrato qualche giorno fa a New York, dedicando il Met Gala 2023 al suo nome. Nel frattempo, però, nello stesso periodo il suo patrimonio è gravato a Parigi. È stato rivelato che il famoso stilista non ha pagato un gran numero di tasse portando ingenti debiti fiscali a gravare sulla sua eredità.

Vista la problematica i suoi otto eredi si trovano in una brutta posizione, infatti si pensa che sarà difficile per loro ricevere quanto gli spetta. Proprio dopo pochi giorni dal Met Gala, è stato un vero colpo per i diretti interessati. Al momento si vedono respinta la richiesta di esonero delle pesanti sanzioni contro l’ex direttore di Chanel. Si tratta di un importo di all’incirca 20 milioni di euro, i quali arrivano a bloccare l’esecuzione del suo testamento dopo quattro anni dalla sua morte. Lo stesso Lagerfeld conosceva tale situazione, infatti nel 2017 aveva avviato un procedimento che potesse risolvere questo problema, rifiutato proprio in questi giorni.

Gli eredi riceveranno l’eredità?

Gli eredi che dovrebbero ricevere il patrimonio sono otto. Il primo è Baptiste Giabiconi che riceve il 30% dell’importo finale. Sébastien Jondeau, ovvero la sua guardia del corpo e Brad Kroenig. Sono poi incluse quattro donne, ovvero Virginie Viard, l’odierna direttrice artistica di Chanel, Caroline Lebar, Amanda Harlech, che fu la musa di Karl e Sophie de Langlade, che era addetta alla stampa. Per ultimo non ha dimenticato la sua governante Françoise Caçote che deve ricevere precismente 1,5 milioni di euro per se stessa e la gatta Choupette, l’iconico gatto di Karl.

l'eredità di karl legerfeld
Karl Legerfeld e i suoi debiti finanziari – ansafoto – (newsby.it)

Al momento gli eredi possono fare affidamento solo su un avvocato. Il legale punta a risolvere la questione attraverso un documento annotato del 1999 dall’ex ministro dell’Economia Dominique Strautss-Kahn. Tale documento è chiamato “Nota per il ministro” e riassume gli scambi tra l’avvocato di Lagerfeld e Alain Belot, che lo aiutò con i suoi problemi fiscali.

Purtroppo però il documento originale non si trova e nemmeno una sua copia. Al momento gli otto eredi sono in attesa mentre pensano a come muoversi. Senza un accordo presso la Direzione generale delle finanze pubbliche, non potranno ricevere nemmeno un centesimo. Al momento un appartamento è già stato venduto e anche il dominio di Louveciennes, quindi ci si chiede se i guadagni dati da queste vendite torneranno nelle loro tasche.