Tamales, la ricetta originale degli involtini messicani

Friabili, ma con un morbidissimo ripieno di carne e verdure, i tamales sono ideali per una elaborata cena messicana tra amici

Tamales, la ricetta degli involtini messicani
Foto Wikimedia Commons
newsby Linda Pedraglio4 Novembre 2021


Friabili, ma con un ripieno morbido e saporito di carne e verdure, i tamales sono i più famosi involtini messicani. Tradizionalmente preparati come offerta nel Giorno dei Morti, in Messico ne esistono diverse tipologie, sia dolci che salate, suddivise in base a ripieno, forme e foglie utilizzate. Con un impasto a base di farina di mais, la preparazione di questi gustosissimi involtini prevede un ripieno di carne e verdura, ma anche frutta o altri ingredienti. Ideali per una cena messicana, sono facili da preparare e personalizzabili a seconda dei gusti dei vostri ospiti.

Tamales, la ricetta degli involtini messicani

L’origine di questo antichissimo piatto risale probabilmente ai tempi delle civiltà precolombiane, quindi Aztechi, Maya, Olmechi e Toltechi. Ma, a distanza di quasi un millennio, i venditori ambulanti di tutto il Sud America li vendono ancora oggi come cibo di strada. La parola tamal significa “avvolto”, dal momento che queste preparazioni vengono avvolte nelle foglie delle pannocchie di mais o del platano. Più raramente si utilizzano altre foglie, come quelle della pianta di avocado, oppure semplicemente la carta forno. La cottura può avvenire al vapore, oppure lessandoli in abbondante acqua.

Di seguito, la ricetta per realizzare, passo dopo passo, i tamales, i famosi involtini messicani, a base di carne e verdura.

Tamales, la ricetta degli involtini messicani

Friabili, con un ripieno morbido di carne e verdure, i Tamales sono i più famosi involtini messicani
Preparazione 1 h
Cottura 2 h
Tempo totale 3 h
Portata Antipasto
Cucina Messicana
Porzioni 8 persone

Ingredienti
  

  • 500 g lonza di maiale
  • 400 g farina di mais
  • 250 g strutto
  • 300 g pomodori
  • 2 peperoncini
  • 1 spicchio aglio
  • 1 cucchiaino lievito istantaneo
  • 16 foglie mais
  • 3 cucchiai olio extravergine d'oliva

Istruzioni
 

  • Iniziamo avvolgendo una rete intorno alla lonza di maiale con all'interno un rametto di rosmarino e un paio di foglie di salvia. In una pentola dai bordi alti versiamo tre cucchiai d'olio, uno spicchio d'aglio e facciamo rosolare la carne su ogni lato per un paio di minuti. Copriamo completamente la carne con acqua e lasciamo cuocere per almeno due ore.
  • Intanto rimuoviamo le foglie esterne dalle pannocchie. Conserviamo quelle centrali e mettiamole in ammollo in abbondante acqua fredda. Tagliamo il peperoncini a pezzetti, quindi sbollentiamo i pomodori, peliamoli e rimuoviamo i semi. Versiamo tutto in pentola e frulliamo con un mixer in modo da creare una salsa cremosa.
  • Sfilettiamo la carne e mettiamola in una casseruola, versiamo la salsa e aggiungiamo una macinata di pepe e poco sale. Uniamo un mestolo di brodo e cuociamo per 15 minuti per fare restringere la salsa.
  • Intanto versiamo la farina di mais con il lievito istantaneo in una ciotola capiente. Aggiungiamo un mestolo di brodo e impastiamo fino a quando il composto non risulta morbido. Aggiungiamo lo strutto e lavoriamo con la frusta elettriche per circa 10 minuti.
  • A questo punto possiamo comporre i tamales. Stendiamo una foglia di mas, disponiamo il composto di farina di mais in modo uniforme e aggiungiamo la carne sfilacciata al suo interno. Richiudiamo gli involtini ripiegando i due lati verso il centro, quindi le estremità, sempre verso il centro. Fermiamo il tutto con un filo di foglie di mais e cuociamo a vapore per circa 90 minuti.
Keyword Involtini, Tamales

 

 


Tag: involtiniMessicoricettaTamales