Reddito di cittadinanza addio, c’è la data | Quando sarà soppresso

Il Governo Meloni cancella il Reddito di Cittadinanza
Il Governo Meloni cancella il Reddito di Cittadinanza - AnsaFoto
newsby D T23 Novembre 2022


Il Governo Meloni ha deciso la soppressione del Reddito di Cittadinanza per tutti gli occupabili a partire dal 2024. Per le categorie in difficoltà resteranno gli assegni di sostegno.

Messa la parola fine sul Reddito di Cittadinanza. Il Governo Meloni ne ha stabilito la cessazione nell’ultimo Consiglio dei Ministri. Gli occupabili non saranno più percettore della misura, ma piuttosto per loro si prospetterebbero percorsi formativi ai fini dell’entrata nel mercato del lavoro.

Il Governo Meloni cancella il Reddito di Cittadinanza
Il Governo Meloni cancella il Reddito di Cittadinanza – AnsaFoto

Nella legge di Bilancio varata dall’esecutivo il Reddito di Cittadinanza per come lo conosciamo resterà in vigore per tutto il 2023. Già il prossimo anno l’assegno verrà tuttavia decurtato gradualmente fino ad essere cancellato per coloro che sono ritenuti abili al lavoro. Il governo ha parlato in proposito di “periodo transitorio verso l’abolizione del reddito di cittadinanza”.

Reddito di Cittadinanza addio

Nei progetti del nuovo esecutivo c’è sicuramente quello di ridurre il numero di beneficiari. Una priorità è anche quella di rafforzare i controlli per evitare le truffe di questi anni. Secondo l’Anpal i percettori abili al lavoro sono circa 660 mila. A questi vanno sommati 173 mila beneficiari attualmente al lavoro. Dall’inizio del 2023 le persone comprese nella fascia di età 18-59 (capaci di lavorare e senza disabili o minori nel nucleo familiare, con anche l’ esclusione di donne in gravidanza) sarà riconosciuto il reddito per ulteriori 8 mesi, non di più. Nelle more è previsto un ulteriore periodo di 6 mesi di erogazione del sussidio nel mentre si segue un corso di formazione o di riqualificazione professionale. Nel caso poi si rifiutasse un’offerta di lavoro congrua, il diritto alla reddito si perderebbe.

I numeri dell’Inps e le nuove misure di sostegno previste

Stando a quanto diffuso dal’Inps i dati indicano in media 1.039 milioni di nuclei familiari toccati dalla misura bandiera del Movimento 5 Stelle. 400 mila di questi potrebbero essere chiamati a rinunciare al sussidio in forza delle modifiche introdotte dal Governo Meloni nelle Legge di Bilancio. Ancora sembra proprio che la presentazione delle domande per ottenere il reddito di cittadinanza debba interrompersi con l’anno nuovo. Già a partire dai primi mesi. Il RdC verrà sostituito con due nuove misure.

Il Governo Meloni cancella il Reddito di Cittadinanza
Il Governo Meloni cancella il Reddito di Cittadinanza – AnsaFoto

 

Con la prima si intende una forma di aiuto ai soggetti vulnerabili che non possono lavorare. L’altra si riferisce invece ad uno strumento di politica attiva del lavoro: programmi di formazione e riqualificazione professionale per tutti coloro che saranno ritenuti idonei a lavorare. Secondo alcune stime tutta l’operazione porterebbe un risparmio di 734 milioni di euro per il 2023. Attualmente il RdC costa 8 miliari l’anno. Con le somme stornate verrà istituzionalizzato un apposito fondo per il sostegno alla povertà e all’inclusione, fanno sapere fonti dell’esecutivo.