Gli italiani stanno facendo la coda per fare il pieno, in molti a pochi km da casa (e non solo lì)

Fila ai distributori di benzina - newsby.it
newsby RaffaM5 Gennaio 2023


Il prezzo della benzina sale sempre di più e questo mette in difficoltà tutto il paese in un momento di rincari decisamente eccessivo per essere eccitato. Gli italiani cercano tutte le soluzioni possibili per far abbassare la spesa.

Fila ai distributori di benzina – newsby.it

La scelta per molti è ricaduta a San Marino, ma non solo perché sono numerosi altri i posti dove ci si reca per cercare di risparmiare. Ovviamente il tutto può essere fatto solo dai confinanti perché altrimenti il risparmio sarebbe del tutto depauperato.

La guerra in Ucraina ha cambiato la vita anche a chi è più lontano e sicuramente non può essere paragonato nel dolore a tutti quelli che si sono trovati sotto le macerie di un momento terribile. In Italia le ripercussioni sono state economiche con dei cambiamenti nei prezzi da far preoccupare. È salito alle stelle il gas così come la benzina, ma non solo perché l’inflazione sta distruggendo il paese considerando che gli stipendi fanno fatica ad aumentare.

Non siamo l’unico paese in difficoltà, ma in questi giorni in Italia non si fa altro che parlare della Benzina. Reintrodotti i costi che erano stati scontati un paio di mesi fa c’è grande preoccupazione perché gli aumenti rischiano di essere ancora altri. Allora gli italiani cercano di studiare delle soluzioni alternative per evitare di avere ulteriori problemi.

File ai distributori di benzina, ecco dove – newsby.it

La fuga in San Marino per la benzina

Gli italiani confinanti con San Marino, ma anche quelli mediamente distanti, hanno deciso di sfruttare un grande risparmio per cercare di andare avanti con i rincari visti sulla benzina. Sono enormi le file nei distributori del Titano dove la verde costa 1.50 al litro circa 50 centesimi meno che in Italia. Pensate che in questo momento su un pieno si parla di un risparmio di ben venti euro.

San Marino non è l’unico paese confinante col nostro dove i prezzi sono più bassi. Quindi per questo si sta ragionando per cercare le soluzioni più adatte. Sono molti gli italiani che si muovono alla ricerca dell’offerta per cercare di evitare di versi prosciugare oltre al serbatoio anche il portafoglio. Attenzione però perché il governo Sanremese si adeguerà ai prezzi italiani a breve tempo quindi la situazione rimarrà temporanea, ma la scelta per fare cash è stata intuitiva e già vista nel passato come nel 2016. Proprio per questo moltissimi stanno facendo una fila enorme per fare il pieno e anche per riempire delle taniche con benzina da riutilizzare successivamente.