Elon Musk: “Twitter? Abbatterò stipendi” | Quanto si guadagna a Facebook e Google?

Elon Musk vuole addirittura eliminare i compensi dei membri del CdA ("Risparmio di 3 milioni di dollari"): la situazione a Twitter e altrove

Elon Musk, proprietario di Twitter
Foto | Pixabay | Tumisu
newsby Marco Enzo Venturini5 Maggio 2022


Nemmeno il tempo di far placare la tempesta scatenatasi dopo il suo acquisto di Twitter e il cambio di politica sulla piattaforma, che di nuovo Elon Musk torna a far parlare di sé. E stavolta la polemica riguarda un altro tema rovente della piattaforma di sua proprietà: gli stipendi dei dirigenti.

Elon Musk ha infatti deciso di abbattere i costi di Twitter, concentrandosi in particolare sulle buste paga dei membri del consiglio di amministrazione. I soldi che guadagna la dirigenza del popolare social network, tuttavia, giustificano una simile iniziativa? La risposta a questa domanda, tanto per cambiare, è controversa.

Twitter, Facebook e Google: gli stipendi dei colossi della tecnologia (e la polemica di Elon Musk)

L’autorevole ‘Forbes’ ha infatti passato al setaccio gli stipendi dei vertici di Twitter, quindi li ha confrontati con quelli di altre piattaforme concorrenti e di altri colossi tech mondiali. L’elenco include Meta (società pubblica che controlla Facebook, Instagram e WhatsApp), Snap e Alphabet (società madre di Google). Ebbene, ciò che emerge è che Elon Musk abbatterà stipendi non così salati rispetto a quelli che circolano nel settore.

Twitter, interfaccia
Foto | Pixabay | PhotoMIX-Company

‘Forbes’ ha studiato i documenti aziendali delle varie compagnie, scoprendo che in realtà lo stipendio dei dirigenti Twitter è già inferiore rispetto a quello dei colleghi di altre piattaforme. I dirigenti di Meta, infatti, hanno guadagnato in media quasi 800 mila dollari nel 2021, quelli di Google una cifra compresa tra i 400 e i 500 mila dollari, quelli di Snap circa 330 mila dollari. La media di Twitter è invece inferiore a 290 mila dollari. Più comunque di… zero. Ossia la cifra che Elon Musk ha promesso di voler raggiungere per i membri del suo CdA.

Il discorso cambia, però, se si analizzano i guadagni dei vertici delle diverse aziende. Si tratta di quasi 27 milioni di dollari per Mark Zuckerberg, fondatore di Facebook e oggi amministratore delegato di Meta. Decisamente inferiori i guadagni di Sundar Pichai, ceo di Alphabet (6,3 milioni) e di Evan Spiegel, ceo di Snap (3,3 milioni). L’amministratore delegato di Twitter, Parag Agrawal, si è però portato a casa qualcosa come 30 milioni di dollari. Cifre senza paragoni tra i suoi colleghi, ma a proposito delle quali Elon Musk non ha fatto commenti.

Il mondo di Twitter
Foto | Pixabay | Edar

Diverso il discorso per gli altri dipendenti. “Se la mia offerta dovesse andare a buon fine, lo stipendio del consiglio sarà di zero dollari. Si tratterebbe di un risparmio di circa 3 milioni di dollari all’anno“, disse Elon Musk prima ancora di completare l’acquisizione di Twitter. E di scatenare l’apprensione di chi lavorerà per lui. Inizialmente per ragioni prevalentemente politiche, ora però la questione sembra potersi pericolosamente allargare…


Tag: Elon MuskFacebookGoogleMark ZuckerbergMetaParag AgrawalTwitter