Ucraina, corsi di italiano gratis per i profughi: l’iniziativa di Napoli

La V Municipalità di Napoli accoglie con entusiasmo l'iniziativa: "Puntiamo a un'accoglienza piena ed efficace per la comunità ucraina"

newsby Redazione13 Aprile 2022



Siamo andati dal vestiario al cibo, ma soprattutto medicine. Stiamo facendo del nostro meglio per facilitare l’accoglienza“. A dirlo è Giulio Delle Donne, consigliere della V Municipalità di Napoli che sottolinea l’efficace spirito di collaborazione tra il Liceo Alberti e la Municipalità Vomero-Arenella. La loro iniziativa permette ai profughi provenienti dall’Ucraina di imparare la lingua italiana gratuitamente.

Dall’Ucraina all’Italia: i corsi gratuiti di lingua

L’iniziativa, promossa dal Liceo Leon Battista Alberti, sostanzialmente prevede un corso di italiano per i profughi provenienti dall’Ucraina e dalle zone di conflitto – spiega Delle Donne –. Naturalmente è aperto a chiunque abbia la necessità di perfezionare la propria conoscenza della lingua. Accanto a questa iniziativa abbiamo promosso aiuti concreti nelle zone di conflitto. Lo abbiamo fatto collaborando con altri enti, come la Protezione Civile“.

Il consigliere ha quindi spiegato come sia partita l’iniziativa a Napoli: “Vogliamo essere d’aiuto nelle zone in cui si combatte in Ucraina. In tal senso ci siamo attivati sin da subito. Dobbiamo ringraziare la scuola, perché il Liceo Alberti si è da subito attivato sull’accoglienza. Si è partiti con alcuni alunni provenienti dalle zone di conflitto, per poi formare una vera e propria classe. Noi abbiamo dato tutto l’appoggio necessario, anche nel facilitare l’interlocuzione con uffici centrali e servizi“.

L’importanza dell’accoglienza dei profughi a Napoli

Delle Donne ha quindi sottolineato l’importanza dell’iniziativa: “Per questi ragazzi è molto importante imparare la lingua italiana. Perché quello che noi sogniamo, il nostro obiettivo, è quello di un’integrazione vera. Non un’accoglienza limitata all’oggi, quando questa tematica è calda e di interesse generale. Noi lavoriamo per porre le basi di un’integrazione vera e propria per chi arriva dall’Ucraina. Quello che vogliamo, in sinergia con altri enti come la scuola, è garantire un’accoglienza piena ed efficace“.

Non si tratta solo di gesti di cortesia e ospitalità, che comunque sono sempre importanti. Si tratta di fornire gli strumenti che permettano a queste persone di restare qui ed essere sereni nella propria vita anche in Italia“, ha concluso il consigliere. Che vede quindi una città di Napoli completamente aperta alla nuova comunità ucraina.


Tag: Giulio Delle DonneNapoliUcraina