Tumore a soli 12 anni, la mamma ai medici del Santobono: “Siete supereroi”

Federica è ricoverata da dicembre. Mamma Ornella: "Il tumore ti stravolge la vita, ma i medici ci supportano in ogni modo. Curatevi qui"

newsby Redazione13 Maggio 2022



Ornella Auzino è la mamma di Federica, che a soli 12 anni è malata di tumore e attualmente in percorso chemio. La donna ha scritto una lettera di ringraziamenti ai medici dell’Ospedale Santobono di Napoli, che ha fatto il giro del web. “Ho deciso di ringraziarli pubblicamente, perché mia figlia così ha voluto. Quando vede i commenti delle persone è felice“, ha spiegato.

Come il tumore ha stravolto la vita di Federica

La lettera nasce da un ringraziamento privato che avevo fatto ai medici. Poi ho voluto fare un regalo a mia figlia, che voleva a sua volta che facessimo un regalo ai medici. E allora abbiamo deciso per un ringraziamento pubblico“, ha rivelato Ornella. Che poi ha illustrato più nel dettaglio il calvario della piccola Federica contro il tumore: “Ha cominciato a stare male tra settembre e ottobre del 2021. La situazione si è poi notevolmente aggravata a dicembre. Durante le feste di Natale quasi non camminava più, e la portammo al Pronto Soccorso“.

Un tumore ti stravolge la vita. Finanziariamente, in maniera emotiva, da tutti i punti di vista. Cambia ogni cosa – ha sottolineato mamma Ornella –. Tutto è iniziato da forti dolori alle gambe, pensavamo fosse artrite reumatoide infantile. Siamo arrivati al Santobono, scatta il ricovero in pediatria. Dopo tutte le analisi di rito ci avvisano che avremmo probabilmente trascorso lì le festività. Considerate che era il 28 dicembre“.

La battaglia contro il male e l’aiuto dei “medici supereroi”

La situazione, quindi, è precipitata in fretta. “Nell’arco di un giorno e mezzo escludono la questione reumatologica. La mattina del 31, dopo un’ecografia e una radiografia, mi chiamano e ci comunicano che mia figlia aveva una neoplasia. Non si capiva cosa fosse, ma il 31 pomeriggio ci hanno trasferito in oncologia. Qui ci siamo sentiti storditi – ha ammesso Ornella –, ma i medici erano subito molto presenti. Già il lunedì emerge che il tumore è abbastanza importante, con lesioni vertebrali. Il momento più brutto? Dopo la biopsia, quando il medico ha detto a mia figlia che avrebbe perso i capelli“.

Mia figlia ha capito da sola di avere un tumore, da internet e dai social. Quando aveva dubbi e paure, i medici l’hanno supportata in qualsiasi modo. Lei ha iniziato a crederci grazie alle terapie, ma anche ai loro sorrisi. Sono supereroi, perché non ti fanno pesare le carenze infrastrutturali che abbiamo al sud. Agli altri genitori dico di far curare i loro figli qui“, ha aggiunto la donna. Che poi ha mandato un appello a tutti coloro che hanno dei figli sofferenti: “Credete ai vostri figli quando vi dicono di stare male. Anche se vi sembra impossibile che possano accadere certe cose“.


Tag: cancroFederica AuzinoNapoliOrnella AuzinoOspedale SantobonoTumori