Trentino-Alto Adige, danni e terrore per il maltempo: bombe d’acqua e frane

Centinaia gli interventi dei Vigili del fuoco: danni in diversi paesi del Trentino-Alto Adige, molti gli escursionisti bisognosi di soccorsi

newsby Redazione6 Agosto 2022



Gravi disagi e chiusure stradali con allagamenti in Trentino-Alto Adige a causa del maltempo. In Trentino, dove è stata diramata una allerta gialla dalla Protezione civile, una bomba d’acqua si è scatenata sulla Valle di Fassa, provocando allagamenti in alberghi e case private a Mazzin, Pera, Vigo, Pozza, e altri Paesi della zona. Tutti i corpi dei Vigili del fuoco volontari si sono resi operativi e anche altri corpi di volontari hanno raggiunto la zona per dare supporto.

Maltempo: guai nei paesi, problemi per gli escursionisti

La strada statale S48 delle Dolomiti è bloccata in più punti per frane e smottamenti. Ma, oltre che in Trentino, anche in Alto Adige sono stati decine gli interventi dei Vigili del fuoco per la messa in sicurezza di strade e abitazioni, anche per via degli alberi abbattuti dal vento. In Val Badia sono caduti oltre 90 litri di pioggia al metro quadro in poco tempo e numerose strade sono chiuse. Paura in Val di Fleres, l’ultima valle d’Italia prima del confine italo-austriaco del Brennero. Qui una colata di fango alta due metri provocata da un violento temporale è arrivata fino al villaggio di Sant’Antonio.


In poche ore il maltempo ha colpito severamente buona parte dell’intero Trentino-Alto Adige. In Val Frison, tra Campolongo e Forcella Lavardet, due gruppi di scout sono rimasti intrappolati a causa dell’ingrossamento del fiume Frison, prima di essere tratti in salvo da un gruppo di soccorso. Hanno trascorso la notte in un palazzetto prima di essere accompagnati in mattinata al recupero delle loro tende. Frane e allagamenti in Val Pusteria. Strade invase dall’acqua si registrano a Valdaora. Numerosi gli interventi dei Vigili del fuoco.

Trentino-Alto Adige: l’emergenza da nord a sud


L’allarme era iniziato già svariate ore prima, dapprima a nord per poi spostarsi progressivamente verso sud del Trentino-Alto Adige. Nelle zone colpite i Vigili del Fuoco hanno effettuato numerosi interventi, uno dopo l’altro. In particolare in Val Anterselva il rio si è talmente ingrossato da creare uno smottamento. Gravi danni nella zona intorno a San Martino in Badia, con oltre duecento interventi da parte di circa un migliaio di Vigili del fuoco volontari.

Paura anche per un altro gruppo di scout, di età compresa tra i 18 e i 32 anni, provenienti dalla Toscana. Gli undici ragazzi sono rimasti bloccati da una frana all’altezza del Ponte Felizon a Fiames. Hanno chiamato il Soccorso alpino di Cortina, che li ha tratti in salvo. Ma la situazione di emergenza in Trentino-Alto Adige è stata per ore assolutamente generalizzata.


Tag: Crisi climaticaMaltempoProtezione CivileTrentino Alto AdigeVigili del fuoco