Torino, inaugurato il primo Centro Alcologico al Mauriziano

Il presidente Cirio: "È un servizio potenziato rispetto al passato, anche perché il Covid ha aumentato l'abuso di sostanze alcoliche: la fragilità umana è stata messa a dura prova"

newsby Sara Iacomussi24 Marzo 2022



Alle 13 è stato inaugurato all’ospedale Mauriziano il primo Centro Alcologico di Torino, alla presenza, tra gli altri, del presidente del Piemonte, Alberto Cirio.

Torino, Centro Alcologico: “Con Covid situazione peggiorata”


All’inaugurazione del primo Centro Alcologico di Torino al Mauriziano era presente anche Ivana De Micheli, presidente Acat. “È un centro che abbiamo fortemente voluto, di riferimento per le persone con disturbi di uso di alcol e che si occuperà anche di formazione per gli studenti universitari. Non eravamo in grado di trattare le astinenze. I minori arrivano in pronto soccorso e vengono mandati a casa, questo non andava bene. Nel 2020 si è registrato 3500 accessi al pronto soccorso per alcol, in tanti minori: sono dati rilevanti. Il Covid ha peggiorato notevolmente la situazione. I ragazzi si facevano portare l’alcol in casa e non c’era nessun controllo, le vendite sono aumentate del 190%“, le sue parole.

Cirio: “Dopo Covid sanità riparte”


Alle parole di De Micheli hanno fatto eco quelle di Alberto Cirio, governatore del Piemonte, anche lui presente all’inaugurazione del primo Centro Alcologico di Torino al Mauriziano. “È importante perché questa è la dimostrazione che la sanità sta tornando a fare quello che il Covid aveva sospeso. È un servizio potenziato rispetto al passato, anche perché il Covid ha aumentato l’abuso di sostanze alcoliche: la fragilità umana è stata messa a dura prova“, ha spiegato.


Tag: Alberto CirioIvana De MicheliTorino