Palazzo Reale Milano riapre al pubblico, il direttore: “Grande emozione”

Dopo la chiusura forzata durante il lockdown, Palazzo Reale ha riaperto al pubblico con nuovi orari e nuove modalità di accesso nel rispetto delle norme anti Covid-19

newsby Antonio Lopopolo28 Maggio 2020



Per gli amanti delle mostre è uno dei luoghi di riferimento di Milano: dopo la chiusura forzata durante il lockdown, Palazzo Reale ha riaperto al pubblico con nuovi orari e nuove modalità di accesso nel rispetto delle norme anti Covid-19 all’interno dei luoghi di cultura.
“Non nascondo la forte emozione nel riaprire le porte al pubblico dopo due mesi e mezzo di chiusura forzata”, racconta Domenico Piraina, direttore di Palazzo Reale. “Palazzo Reale è un istituto culturale molto visitato, ogni anno registriamo più di un milione di visitatori. Faccio questo lavoro da 30 anni e ne ho viste tante ma oggi è stata davvero una giornata particolare”.

Direttore del Palazzo Reale: “Mi sono emozionato alla vista dei visitatori”

“Mi sembra di tornare all’otto marzo, quando siamo stati costretti a chiudere per la propagazione del contagio. È stata una grande emozione sia per me che per i primi visitatori che si sono presentati”, ha raccontato Piraina, visibilmente emozionato.
“Io penso che la riapertura dell’istituto culturale sia molto importante per dare fiducia, certezza e sicurezza anche ai cittadini. Noi dobbiamo cercare di dare il nostro contributo di speranza, ma facendo le cose in assoluta sicurezza per i visitatori. Capisco che le regole da rispettare sono tante, ma noi vogliamo lanciare il messaggio che Palazzo Reale è un posto sicuro e protetto”.

Piraina: “C’è un forte spirito di solidarietà tra i musei”

“Sotto il profilo culturale, mai come in questo momento sto vedendo un vero e straordinario spirito di solidarietà tra i diversi musei”, racconta Domenico Piraina, direttore di Palazzo Reale, con la speranza che la solidarietà e suoi effetti permangano anche a fine pandemia.
“Come tutti spero che questa emergenza finisca il prima possibile. Spero che riescano a individuare quanto prima un vaccino e che noi possiamo riprenderci quelle libertà che momentaneamente abbiamo dovuto mettere da parte”.


Tag: Milano