Federico Antonucci e i video virali della quarantena in ciabatte

newsby Redazione1 Aprile 2020


In questi giorni abbiamo avuto modo di vedere l’incredibile creatività degli italiani, da quelli affacciati sui balconi con impianti da DJ a quelli con cani di pelushe portati in strada. La voglia di trovare un modo di sorridere, anche in questi complicati e tristi momenti, è spesso un’indole tutta italiana. Ma chi davvero lo ha nel DNA è il cittadino romano, che se avesse potuto, avrebbe trovato il modo di sorridere e fare la battuta “perchè je piace” anche durante l’ascesa delle truppe napoleoniche.

E da questa innata scansonatura delle situazioni più tragiche, che nascono i suoi video e hanno cominciato a essere condivisi su centinaia di bacheche social. Lui è Federico Antonucci, con i sui video dissacaranti della sua quarantena tra i palazzi della Montagnola (zona sud di Roma), di cui abbiamo già scritto qualche giorno fa.

Dopo qualche ricerca, siamo riusciti a contattarlo e lo abbiamo intervistato per raccontarci quello che sta accadendo con i suoi video, e siamo stati i primi a scovarlo e farci raccontare i fatti.

Ciao Federico, come ti è venuto in mente di fare questa serie di video? E le prime reazioni da quando hai cominciato a pubblicarli?

In realtà non ero neanche convinto di publicare il primo video! L’ho fatto così per gioco ironizzando  sulle centinaia di post, storie, video e quant’altro che intasavano le  home dei miei profili social.
Alla fine mi so detto “crepi l’avarizia” e l’ho postato. La mattina dopo mi sono ritrovato 1000 richieste di amicizia su Facebook migliaia di condivisioni e centinaia di migliaia di visualizzazioni.
Quando ho montato il video non mi sono neanche firmato perché ho pensato che al massimo sarebbe arrivato sulla home di qualche amico. E invece…
Poi è stato estrapolato dal mio profilo ed è stato ripubblicato da decine di pagine e profili che hanno raggiunto a loro volta centinaia di migliaia di visualizzazioni, molti dei quali si chiedevano chi fosse l’autore del video.
Ho ricevuto migliaia di commenti positivi e divertenti da tutta Italia, ma la cosa che mi ha colpito di più sono stati quelli di persone che in questo momento stanno vivendo situazioni drammatiche e che grazie al mio video sono riusciti sorridere e distrarsi anche solo per tre minuti, ed è questo il motivo che mi ha spinto a farne altri.

In quanti ti hanno scambiato o detto che il formato è molto simile al Rebibbia Quarantine di Zerocalcare? (ci siamo cascati anche noi)

Naturalmente ho ricevuto anche commenti negativi molti dei quali riguardavano la grande somiglianza allo stile di Zero Calcare, ma per certi aspetti mi sono sentito onorato del paragone, perché provo grande stima del suo talento artistico. Ma io non volevo e non voglio emulare nessuno! L’unica cosa che ho cercato di fare è stata raccontare la mia quotidianità nel modo più trasparente possibile giocando un po’ sulla cadenza romanesca e sull’irriverenza e sfacciata di noi romani.

Vuoi raccontarci chi sei? Cosa fai nella vita, prima del Coronavirus e dopo? Nel mentre lo sappiamo: i tuoi video.

Io sono Federico Antonucci, ho studiato recitazione per anni e successivamente ho preso parte a vari spettacoli teatrali e a qualche puntata di fiction televisive. Ormai sono anni che cerco di barcamenarmi per riuscire a campare del mio lavoro. Dico barcamenarmi anche perché purtroppo in questo periodo storico in Italia è molto difficile farsi notare o trovare almeno  una continuità lavorativa nel  settore, essendo così tanta la concorrenza.
Il corona virus ha messo in ginocchio tutta l’Italia e purtroppo ha colpito duro anche il settore artistico! Prima di questa situazione io ero in tournée teatrale con la compagnia Artisfabrica, ma ormai siamo fermi quasi da due mesi. Speriamo solo che questo momento terribile passi alla svelta e che tutto possa perlomeno tornare alla normalità. Mi auguro che questi video (ecco il canale youtube di Federico) possano strappare una risata a chi li guarda in queste giornate di melma!

Non ci resta che pubblicare le – per ora – trilogia di: La vita è una ciabatta.

La vita è una ciabatta: Parte 2

Guarda gli altri video:

La vita è una ciabatta: Parte 3


La vita è una ciabatta: Parte 4


La vita è una ciabatta: Parte 5


Tag: CoronavirusRoma