Sospeso medico no vax: “Non do l’ok a farmi qualcosa di pericoloso”

Firenze, la tossicologa Silvia Bertelli non ha aderito al programma: "Da inizio vaccinazione il virus si è rafforzato. Non voglio una trombosi o rimanere cieca da un occhio". In Toscana partite 4.500 lettere di sospensione ai medici no vax

newsby Emanuele De Lucia31 Agosto 2021



In Toscana sono partite le lettere di sospensione per 4.500 sanitari non vaccinati contro il Covid-19. Tra i medici che hanno scelto di non aderire al programma di vaccinazione c’è anche la dottoressa Silvia Bertelli, tossicologa fiorentina. “Quando è diventato obbligatorio il green pass, si è rafforzata in me l’idea di non farlo – commenta -. Per me non può essere obbligatorio, è un controsenso. Prima dicono che ci sono effetti collaterali, è ancora sperimentale e tu mi obblighi con una pressione su tante categorie”.

La tossicologa Bertelli: “Non voglio una trombosi”

“Stiamo parlando di un vaccino che più viene inoculato, più mostra resistenze. Abbiamo tanti malati in più. Se i vaccinati possono essere positivi, come la mettiamo? Allora sono contagiosi – continua la tossicologa -. Se ho sbagliato mestiere, lo chiederei piuttosto ai miei pazienti. Questo affronto mi fa molto male. Io non mi vaccinerò, non voglio avere una trombosi o trovarmi cieca da un occhio, come è capitato a una mia amica”.

Giani: “Medici no vax? Non possono curare gli altri”

Nei giorni scorsi, nell’annunciare l’invio delle lettere ai sanitari no vax, il presidente della Regione Toscana, Eugenio Giani, ha dichiarato: “Lotterò fino alla fine con coloro che non si vogliono fare il vaccino. Il nostro è un atteggiamento di assoluto rispetto fino al 30 settembre, dopo tiriamo le somme della nostra campagna vaccinale e chi non ha fatto il vaccino non ha più scuse”.

“Dopo quella data chi non ha fatto il vaccino sta a casa: queste persone non si provino a venire nei luoghi pubblici perché la loro non vaccinazione per scelta è una cosa inconcepibile nell’economia e nell’interesse di una comunità che vuole superare l’emergenza sanitaria, ha concluso il governatore.


Tag: Eugenio GianiFirenzeno vaxSilvia BertelliToscana