Chiara Giamundo, prima donna palombaro in Italia: “Spero di essere un esempio”

Giamundo: "Non penso che un lavoro come il mio mi impedisca di realizzarmi parallelamente nella carriera e nella vita privata"

newsby Redazione24 Maggio 2022



Nel 2020 Chiara Giamundo è diventata la prima donna palombaro in Italia, tagliando un traguardo tanto simbolico quanto importantissimo. A distanza di due anni ha raccontato questa esperienza in un’intervista. “Il termine tecnico per descrivere il mio lavoro è ‘palombaro’, perché ‘palombara’ è il nome di un’imbarcazione. Il palombaro è un professionista del mare che si occupa del recupero del personale all’interno dei sommergibili sinistrati, della bonifica dei fondali e di tutti gli altri lavori subacquei“, ha spiegato la 25enne di Tarquinia.

Giamundo: “Essere la prima donna palombaro è un grande onore”

Per me essere la prima donna palombaro è un grandissimo onore, ma anche una importante responsabilità“, ha aggiunto Giamundo. “Da oltre 20 anni le donne sono ammesse in Marina, quindi per me è stato un percorso molto naturale. Nella pratica non è stato difficile entrare a far parte di una componente prettamente maschile: non ho trovato alcuna difficoltà e differenza tra di noi e sono sempre stata trattata alla pari, senza protezioni o delicatezze particolari, ma con grande rispetto e questo mi fa assolutamente piacere. Non penso che un lavoro come il mio mi impedisca di realizzarmi parallelamente nella carriera e nella vita privata, nel costruirmi una famiglia, ad esempio: basta sapersi organizzare. Spero di essere un esempio per le donne che desiderano intraprendere questo tipo di carriera“, ha concluso Giamundo.


Tag: Chiara GiamundoPalombaro