Alberto Ascari: a Milano monumento dedicato al campione italiano di F1

Ascari, milanese di nascita, resta l'ultimo italiano ad aver vinto un mondiale di Formula 1: opera inaugurata nell'ambito del Milano Monza Motor Show

newsby Antonio Lopopolo11 Giugno 2021



La città di Milano dedica un monumento al grande pilota Alberto Ascari, nato proprio nel capoluogo lombardo nel 1928 e che perse la vita a Monza il 26 maggio 1955 durante un giro di prova a bordo di una Ferrari.

L’importanza di Ascari per Milano

Il monumento, inaugurato in largo Ascari nell’ambito del Milano Monza Motor Show, è stato donato alla sua città natale dall’Automobile Club Milano ed è stato realizzato dal maestro Francesco Triglia. L’opera ha una forma ellittica ed ascensionale che allude a una curva sulla quale è rappresentata la Ferrari del Campione del Mondo di Formula 1 nel 1952 e 1953.

Alla cerimonia hanno partecipato il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, il presidente di Aci Milano, Geronimo La Russa, Veronica e Selvaggia Ascari, rispettivamente nipote e pronipote di Alberto. “Era quasi un atto dovuto. Ma diciamo che in questo momento in cui stiamo cercando di ripartire, anche ripartire dalla nostra storia e dalle nostre qualità male non fa. Anche con un pizzico di orgoglio cittadino“, ha spiegato il sindaco Sala.

Un campione legatissimo alla sua città

Ci sembrava giusto celebrare Alberto Ascari, l’ultimo campione del mondo di Formula 1 italiano. Vinse per ben due volte negli anni ’50. Un grande milanese, abitava in corso Sempione ed era molto legato alla nostra città. Ci sembrava corretto dedicargli questo monumento, che va a completare largo Ascari che è a lui dedicato dal Comune di Milano anni fa. A lui e a suo padre Antonio, anch’egli grande pilota“, ha spiegato La Russa, a nome di Aci Milano.

Non ho voluto monumentalizzare Ascari in maniera assoluta, perché lui già è un monumento – ha invece dichiarato il maestro Francesco Triglia. Quindi quest’opera è un simbolo, che dovrebbe ricordarlo e non monumentalizzarlo“. “Siamo felici, perché ogni tanto ricordare mio nonno con queste iniziative fa molto piacere“, ha dichiarato Veronica. “Avere la possibilità di ricordare un grande campione è un onore. E lo è anche la possibilità di ricordare i suoi grandi successi“, sono state invece le parole della pronipote Selvaggia.


Tag: Alberto AscariF1FerrariFormula 1Milano